scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/11/2020

Le opportunità per le aziende, continuano gli webinar

Eco di Bergamo

Con il Green Deal l'Unione europea ha messo nero su bianco la tabella di marcia per rendere sostenibile l'economia del Vecchio Continente. Una marcia che prevede molti soldi e che passa anche dai bandi dell'Ue dedicati alle imprese in prima fila in particolare sul tema dell'economia pulita e circolare.

La prima "chiamata" in tal senso è fissata il 26 gennaio 2021, data entro la quale le imprese dovranno far pervenire i loro progetti per partecipare al bando che mette a disposizione in una sola volta ben un miliardo di euro. Si tratta del contributo più importante per una singola scadenza messo a disposizione dall'Ue.

«La domanda per partecipare al bando va presentata da un partenariato - spiega Edoardo Lucini, responsabile dei Progetti europei di Europartner, gruppo con sedi a Milano, Brescia e Genova che da oltre 25 anni supporta le imprese nei progetti di investimento -. Il bando prevede un finanziamento a fondo perduto che varia dal 70% al 100%. La commissione avrà a disposizione tre mesi per valutare i progetti. Chi supererà il vaglio degli esperti, dalla firma del contratto di finanziamento riceverà entro 30 giorni un importante fetta del finanziamento. Le imprese - sottolinea sempre Lucini - hanno a disposizione tutto il tempo necessario per presentarsi in Europa con una proposta adeguata. Fondamentale però farlo con dei professionisti, per avere tutte le competenze tecniche necessarie ad affrontare le complesse procedure di un bando europeo».

Skille seguirà gli sviluppi del corposo programma Orizzonte Europa con una serie di articoli d'approfondimento e con webinar, aperti alla partecipazione di tutte le nostre aziende, in collaborazione con gli esperti di Europartner.