scarica l'app
MENU
Chiudi
24/09/2020

Le novità vanno oltre i semplici snellimenti

Il Sole 24 Ore Dossier - Maurizio Caprino

DIETRO LE ETICHETTE
Semplificazioni, ma non solo. Anzi, c'è anche molto altro, nel decreto legge 76/20. Troppo, secondo il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha promulgato la legge di conversione inviando contemporaneamente una lettera ai presidenti delle Camere e al premier per rilevare che nel testo sono state introdotte anche parti che con le semplificazioni urgenti con cui era stato giustificato il Dl c'entrano ben poco. Ciò non toglie che quel testo sia regolarmente in vigore e che, quindi, cittadini, imprese e professionisti debbano fare i conti con novità variegate e frastagliate, molte delle quali sono sostanzialmente sfuggite alle cronache. In questo Focus, Il Sole 24 Ore ha selezionato quelle più importanti per imprese e professionisti; tra una settimana, sarà la volta di quelle che riguardano i cittadini. appalti con incertezze 1 La parte più importante del Dl quanto a impatto sull'economia e sull'attività degli studi professionali è quella che riguarda gli appalti. E non è fatto solo di semplificazioni introdotte per sbloccare cantieri, anche con la nomina di commissari di cui si è tanto parlato: ci sono pure molte modifiche al Codice degli appalti che entreranno in vigore secondo un calendario complesso (si veda a pagina 2) e alcune saranno solo temporanee. Questo rischia di creare confusione invece che semplificare. Analoghi problemi potrebbero creare le esclusioni dagli appalti per irregolarità fiscali anche non accertate in via definitiva (pagina 6). edilizia con flessibilità 2 Durante l'iter di conversione in legge, avevano fatto molto discutere le norme sulle rigenerazioni urbane. Ne è uscito un pacchetto che da un lato consente flessibilità sulle distanze in caso di demolizione e successiva ricostruzione, ma dall'altro reintroduce l'intervento dell'Esercito nelle demolizioni di edifici abusivi. le altre novità 3 Per le società, nuove misure per favorire la capitalizzazione (semplificati gli aumenti di capitale e gli investimenti di stranieri) e incentivi, soprattutto ai giovani in agricoltura. Per i professionisti, rafforzate le norme sull'obbligo di pec e domicilio digitale. © RIPRODUZIONE RISERVATA