scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/02/2021

LE LETTERE

Il Piccolo di Trieste

Ferriera Promesse e fatti
Stimato direttore, senza nessuna intenzione polemica nei confronti della consigliera comunale Danielis, credo però che quando si parla o si vuole rappresentare dal proprio punto di vista una data situazione, sia d'obbligo immedesimarsi come possa essere compresa e accettata da chi la situazione la subisce. Mi riferisco al passaggio della segnalazione della consigliera nel quale illustra dal suo punto di vista "l'impegno del ministro Patuanelli sul ricollocamento del personale della Ferriera". La realtà che dopo un anno dalla chiusura dello stabilimento sono ancora in Cig (cassa integrazione guadagni) circa 250 lavoratori con tutte le conseguenze economiche per le loro famiglie. Quindi a mio parere l'impegno andrà esaltato solo quando tutti gli attuali lavoratori in Cig della Ferriera e di altre imprese operanti nello stabilimento saranno ricollocati. L'impegno si evince nella compiuta realizzazione di questo e nella soddisfazione di tutti gli attori in campo. In questa storia però ci sono attori e comparse: ai lavoratori della Ferriera purtroppo è stato assegnato il ruolo di comparse. Altri sono gli attori. Tra l'altro, a proposito di impegni, dato che la consigliera è all'opposizione nel Consiglio comunale di Trieste, potrebbe chiedere al sindaco che ne è stato appunto del suo impegno nei confronti dei lavoratori della Ferriera e le loro famiglie? "Una parte sarà assorbita dalla macchina amministrativa comunale, troveremo una soluzione per tutto" si impegnò pubblicamente anche il sindaco. Roberto Decarli