scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/05/2021

“Le imprese devono cogliere le opportunità per investire”

Corriere dell'Umbria

Il presidente di Cna Umbria, Renato Cesca, parla di "occasione da non sprecare". L'associazione presenta il nuovo strumento per aiutare le aziende a crescere
PERUGIA K "Nonostante ci troviamo in una situazione estremamente complicata dovuta alla pandemia, per le imprese, anche le più piccole, oggi è anche un momento unico per cogliere l'opportunità data dalle numerose misurenazionali e regionali a sostegno degli investimenti. Non sprechiamola": Renato Cesca, imprenditore e presidente di Cna Umbria, parla a margine della conferenza stampa di ieri con cui l'associazione ha presentato a una platea di circa 100 imprese gli strumenti inseriti nel piano nazionale Transizione 4.0, i bandi regionali di prossima uscita orientati a favorire gli investimenti in nuova tecnologia, ricerca e formazione, e il pacchetto di servizi Innovaimpresa per aiutare gli associati a utilizzare le misure. "Abbiamofatto un esame approfondito di tutti gli strumenti esistenti - afferma Cesca -, in particolare di quelli che rappresentano un'evoluzione del vecchio pacchetto Impresa 4.0 in vigore già da qualche anno e oggi inseriti nel piano Transizione 4.0. Ne è emerso che tutte le imprese che abbiano intenzione di investire hanno a disposizione molte possibilità, a partire dai crediti di imposta: quelli sugli investimenti 4.0, per esempio, possono arrivare fino al 50%, quelli previsti per la ricerca e sviluppo vanno fino al 20%, arrivano al 15% i crediti per l'innovazione tecnologica e il design e, particolarmente interessante per le imprese più strutturate, quelli per la formazione 4.0 toccano la soglia del 50%". Ma novità interessanti arrivano anche dai cinque bandi che la Regione Umbria si appresta a pubblicare."Per la gran parte sono bandi volti a sostenere gli investimenti legati all'innovazione tecnologica e digitale, con contributi a fondo perduto che possono arrivare al 40% e che, tra i costi ammissibili, comprendono anche le spese per consulenze digitali e, in alcuni casi, anche la formazione - spiega Cesca - La cosa sicuramente più interessante è che, in molti casi, gli incentivi regionali sono cumulabili con quelli nazionali. Questo significa offrire anche per le imprese più piccole la possibilità di realizzare investimenti ambiziosi. Abbiamo condiviso con l'assessore regionale allo sviluppo economico, Michele Fioroni, la scelta di spingere molto non solo sugli investimenti delle grandi imprese, per le quali le occasioni non sono mai mancate negli anni, ma anche su quelli delle aziende di minori dimensioni, attraverso strumenti concepiti per soglie, sia di ampiezza dell'investimento, sia di dimensioni aziendali." Per diffondere tra gli associati la conoscenzadi queste opportunità e per semplificare le procedure per accedervi, Cna Umbria ha dato finalmente gambe al proprio Dih (Digital innovation hub), concependo "Innovaimpresa", un pacchetto di servizi specifici dedicati all'innovazione Si va dal digital assessment per valutare la maturità digitale di un'impresa, al rilascio di perizie asseverate per l'acquisizione di nuovi processi produttivi o dei visti di conformità funzionali all'utilizzo dei crediti di imposta, dalla costruzione/rendicontazione di progetti di R&S (ricerca e sviluppo) all'organizzazione di corsi di formazione legati all'introduzione in azienda delle cosiddette tecnologie abilitanti. "Questi servizi si aggiungono ad altri che già forniamo da tempo, soprattutto in materia di processi di internazionalizzazione e per facilitare l'accesso ai bandi e agli incentivi. Siamo convinti che lacampagna di vaccinazione darà presto i suoi frutti. Se alla ripresa delle attività dopo lo stop forzato si affiancherà una spinta degli investimenti, crediamo che si potrà aprire un'opportunità unica per creare nuova occupazione e tornare a crescere in tempi brevi. Certo - conclude il presidente di Cna Umbria a questo dovranno aggiungersi la volontà di sciogliere finalmente alcuni lacci all'economia dovuti alla scarsa infrastrutturazione del territorio e l'indispensabile riforma per adeguare la pubblica amministrazione alla velocità richiesta dai tempi, ma intanto, come sistema produttivo, sfruttiamo l'occasione per investire nelle nostre imprese e creare posti di lavoro". R.C. Presidente L'imprenditore Renato Cesca al vertice di Cna Umbria Digital innovation hub E' un pacchetto di servizi specifici dedicati all'innovazione