scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

Le dimissioni di Araniti: «Troppi attacchi»

Gazzetta del Sud

O spedale
«Le dimissioni sono anche motivate da ripetuti attacchi politicie sindacali, amplificati da alcune testate giornalistiche, che non mi consentono di continuarea svolgere il mio incarico di reggenza con serenitàe autonomia». Questol' incipit della missiva scritta da Francesco Araniti da legale rappresentante dell' azienda ospedaliera "Bianchi-Melacino-Mo relli" inviata al commissario per il piano di rientro Saverio Cotticelli. Una lettera tenuta nascosta anche ai suoi più stretti collaboratori. Al suo posto fino ai prossimi giorni reggeràl' azienda il direttore sanitario, Giuseppe Fot i. Araniti comunque si dice soddisfatto del lavoro portato avantie afferma: «Ritengo doveroso sottolineare gli ottimi risultati ottenuti da questa azienda da quando sono stato incaricato della direzione amministrativa aziendale in termini di ampliamentoe miglioramento dell' offerta sanitaria, investimenti in tecnologie ed attrezzature sanitarie, costruzionee ristrutturazione di reparti.L' azione amministrativa ha garantito il rispetto dell' equilibrio economico, forse unica azienda in Calabria, ed ha avuto come riferimento imprescindibile la legalità, anche attraverso la sottoscrizione con la Prefettura, di un protocollo per la prevenzione dei fenomeni corruttivie dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nel settore degli appalti». Araniti dopo le sue dimissioni rimarrà comunque incaricato della direzione amministrativa dell' azienda.

Foto: Las cia Francesco Araniti nonè più reggente