scarica l'app
MENU
Chiudi
18/06/2020

LE CATEGORIE BELLUNO L’appello alle imprese bellun…

Il Gazzettino

LE CATEGORIE
BELLUNO L'appello alle imprese bellunesi trova sponda in Confartigianato. L'appalto per il primo stralcio di interventi all'ex Caserma Fantuzzi è un piatto che fa gola, con il suo 1 milione e 165 mila euro di spesa prevista. Un gruzzolo che potrebbe aiutare l'economia bellunese in un periodo difficile come questo post Covid. E il vice presidente di Confartigianato Belluno Gino D'Incà plaude l'attenzione riservata dal Comune di Belluno alle sue imprese. «Con la gara per la Caserma Fantuzzi - dichiara soddisfatto arriva un bel segnale dal Comune di Belluno dopo un periodo così difficile per le nostre imprese edili a causa del lockdown. Sicuramente ci attiveremo per far si che i nostri associati partecipino alla gara e confidiamo che gli enti pubblici diano altre possibilità di intervento come questa. Sul territorio ci sono molti edifici pubblici che necessitano di rigenerazione e che possono creare un miglioramento in chiave urbanistica».
IL CAMBIO DI PASSO
Finora diversi dei cantieri avviati sono finiti in mano a imprese non locali e su questo punto l'opposizione aveva più volte, in passato, attaccato Palazzo Rosso puntando il dito contro una scarsa considerazione verso il territorio. Che la stazione appaltante fosse la Provincia di Vicenza, probabilmente non aveva aiutato. Ma oggi è diverso e anche il direttore di Confartigianato Belluno Michele Basso interviene per dirsi contento del nuovo corso. Il momento è grigio, la ripresa è difficile e si portano addosso le ferite del lungo di fermo, ma la luce in fondo al tunnel è fatta anche di iniziative come questa. «È un importante segnale dal pubblico osserva -, intervenire su edifici pubblici migliorandoli consente una trasformazione urbanistica che è importante per le aziende e ci auguriamo che faccia da volano anche per quelle private. C'è grande fermento sulla questione ecobonus, aspettiamo i decreti attuattivi, ci sono molte telefonate da parte delle aziende perché posso farsi gli interventi gratis, molte domande e molte aziende ricevono richieste abitazioni e familiari per questa attività. Ci stiamo attrezzando come associazione per dare servizio alle imprese, quelle artigiane non possono essere pronte, proprio per questo stiamo creando un team che non penalizzi i piccoli ma, anzi, consenta loro di sfruttare l'opportunità». Su questo fronte la categoria è sul pezzo da tempo. «Noi asupichiamo che anche le banche facciano la loro parte conclude -, finanziando questi interventi. Chiaro che dovranno anticipare la somma, ma lo strumento lo utilizzi se c'è la collaborazione da parte di tutti ed è quello che stiamo cercando di ottenere».
Alessia Trentin