scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
15/07/2021

«Lazzaretto, gestione assegnata secondo le regole»

Corriere della Sera

La risposta dell'assessore Ghisalberti alla Lega, che ha posto dubbi sul rispetto delle norme sugli appalti
L'assessore alla Cultura di Bergamo, Nadia Ghisalberti, torna sulla vicenda dell'assegnazione della gestione estiva al Lazzaretto. Lo fa per rispondere per iscritto a un'interrogazione della Lega, presentata per sapere se siano state adottare e rispettate le disposizioni di legge sugli appalti pubblici.

«Nel testo dell'interrogazione - scrive la Ghisalberti -, manca la conoscenza della "discrezionalità tecnica", cioè quelle valutazioni che incrociano dati tecnici ed elementi più soggettivi che si devono riferire al giudizio dei commissari circa il valore dei programmi presentati per la stagione al Lazzaretto. La Commissione di valutazione nasce per questo: se avessimo dovuto meramente accertare la congruità di parametri tecnici, non avrebbe avuto senso convocare una Commissione di valutazione. Respingo la tesi sottesa all'interpellanza, ovvero che i membri della Commissione non avessero titolo e valore per esprimere la valutazione di idoneità dei programmi presentati e presi in esame».


L'assessore ricorda che si sono candidate 11 società. «Il programma risultante dall'esito della gara (quello della società Cimice Srl, ndr ) è stato valutato completo e soddisfacente in relazione al perimetro della gara e dei suoi valori economici. Questo - aggiunge la Ghisalberti - non significa che non si potesse arricchire, come abbiamo dichiarato fin da subito». Poi l'assessore racconta la decisione di allargare l'offerta con 40 mila euro e di fare un affidamento diretto a Shining (arrivata seconda, ndr ), come è previsto dalla legge (la soglia oggi per l'affidamento diretto è di 139 mila euro). Una mossa «irrituale» e «inspiegabile» per i leghisti. «La programmazione di altre quattro serate - scrive Nadia Ghisalberti nella risposta alla Lega - non rappresenta il ripescaggio di parte del programma di una società perdente, ma il mero acquisto, nell'ambito del tetto di spesa previsto dalla normativa per l'affidamento diretto, di quattro spettacoli, con un loro specifico valore artistico e che saranno proposti nell'ambito dell'organizzazione garantita dalla società che ha vinto il bando per Lazzaretto Estate 2021».


L'assessore ribadisce anche l'obiettivo di queste scelte: «Dare al territorio un'estate bella, piena di iniziative, con concerti importanti offerti a prezzi calmierati grazie al contributo del Comune e garantendo agli operatori di festival e rassegne della nostra città, particolarmente colpiti, la stessa organizzazione dei grandi eventi e la riduzione del loro rischio imprenditoriale, una scelta significativa in tempi di ripresa dall'emergenza pandemica».


© RIPRODUZIONE RISERVATA

La scheda

La Lega
aveva presentato una interrogazione
per chiedere
i dettagli
dei passaggi
che hanno portato alla assegnazione della gestione estiva
dello spazio
del Lazzaretto. Ieri è arrivata
la risposta dell'assessore


Foto:

Lo spettacolo

di Noemi

al Lazzaretto nei giorni scorsi (foto Aivlis - Silvia Colombo da Facebook)