scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
14/11/2020

Lavoro e aiuti sociali, arriva la «cavalleria»

Brescia Oggi

DESENZANO. Presentato nei dettagli dalla Giunta comunale il nuovo «pacchetto» di misure di sostegno per le attività economiche colpite dal doppio lockdown
Un plafond di altri 150 mila euro per esercizi commerciali e artigiani Assommano a 700 mila euro gli interventi sul fronte delle «fragilità»
Alessandro GattaSilvia Avigo L'ultima manovra anti-Covid del Comune di Desenzano, presentata ieri nei dettagli dalla Giunta Malinverno insieme agli interventi sul fronte sociale, mette sul piatto 150mila euro per le attività produttive della città: commercio, ristorazione, strutture ricettive, attività artigianali e di servizi alla persona.DA LUNEDÌ prossimo (e fino al 18 dicembre) sarà possibile partecipare a un nuovo bando a sostegno sia di chi non ha potuto esercitare l'attività nei locali di proprietà e sia di chi utilizza locali in affitto. Nel primo caso per usufruire del ristoro comunale (coperto con fondi propri: 124 mila con apposita variazione di bilancio e i restanti in avanzo da bandi precedenti) sarà necessario dimostrare un calo del fatturato di almeno il 30% da marzo a novembre, con autocertificazione autenticata da commercialista o consulente.Nello specifico, si prevede un contributo a fondo perduto di 1.000 euro per chi ha ridotto i ricavi dal 30 al 50%, di 1.500 per chi ha perso dal 51 al 70%, 2.000 euro per chi ha perso dal 71 al 100%.PER CHI ESERCITA in affitto, invece, è previsto il rimborso di parte dei canoni versati fino a un massimo del 50% (da marzo a dicembre) e comunque non oltre 2.000 euro. I criteri e i requisiti sono comunque specificati (da ieri) anche sul sito web del Comune: la domanda dovrà essere inoltrata in modalità telematica, sul portale comunedesenzano.elixforms.it.«Siamo consapevoli di non avere la bacchetta magica e che questo non basterà a risolvere tutti i problemi economici conseguenza della crisi - spiega l'assessore Francesca Cerini - ma vogliamo dare speranza ed esprimere vicinanza al comparto economico e commerciale di Desenzano, la cui tenuta ha una forte rilevanza sociale».NOTA TECNICA: il bando si rifà al «quadro temporaneo», e permette dunque agli imprenditori che faranno domanda di poter partecipare anche, ad esempio, ai bandi per gli aiuti di Stato.Sulla modulistica: «Abbiamo cercato di semplificare al massimo - spiega Cerini - ma visto che parliamo di soldi pubblici, la modulistica deve essere a norma di legge, e chi riceverà il contributo deve essere titolato a farlo». I fondi saranno erogati fino all'esaurimento, ma i furbetti sono avvisati: si prevedono controlli a campione. SUL FRONTE dei servizi sociali, il sindaco Guido Malinverno invita a leggere i numeri: «Dall'inizio dell'anno e fino ad oggi sono stati stanziati più di 700 mila euro per interventi di protezione sociale in relazione alla pandemia».Dai buoni spesa, al bando dedicato alle utenze, passando dall'accordo con i sindacati dei pensionati all'ampliamento delle settimane d'apertura degli asili nido o ai grest estivi, questo ed altro ancora nel pacchetto di interventi messi in campo dall'Amministrazione e dedicato a tutte le età. Un'azione che ha nel 2020 come protagonisti tre bandi dedicati agli affitti dal totale di 355 mila euro studiati per andare incontro non solo agli utenti abituali dei servizi ma anche alle persone che spesso, per orgoglio, fanno fatica a chiedere aiuti.«Abbiamo affrontato una sfida e questi interventi d'emergenza non hanno mai fatto mancare nessun servizio ordinario - ha spiegato l'assessore ai servizi sociali Annalisa Colombo -. L'aiuto dato è cospicuo e non si ferma qui. Le parole chiave sono programmazione e tempestività. Dobbiamo saper leggere le esigenze e agire velocemente e concretamente. Le persone che si trovano in difficoltà lo sono oggi e oggi deve arrivare il nostro sostegno».IL FONDO dedicato agli affitti, incrementato di anno in anno nella sua terza edizione è passato dai 75 mila euro previsti a 100 mila stanziati grazie alla variazione di bilancio approvata dal Consiglio comunale di lunedì che permetterà di integrare anche il fondo del bando utenze in scadenza in questi giorni.In risposta alle ultime polemiche, il sindaco Guido Malinverno ha voluto sottolineare: «Il sostegno economico e umano non è mai mancato ed è una cosa cui tengo personalmente moltissimo. A fronte delle fatte in Consiglio. Rispondiamo ai cittadini con i fatti».