scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
22/06/2021

Lavori alle cucine scolastiche Presto i pasti a chilometri zero

Gazzetta di Mantova - RICCARDO NEGRI

Il Comune stanzia 110mila euro per i lavori preparatori del nuovo appalto «Ora i 300 menù arrivano dal Reggiano, spesso tra lamentele e rifiuti» viadana
Al via il progetto "Pasti a chilometri zero" per le mense delle scuole viadanesi. Il consiglio comunale ha approvato una variazione di bilancio per destinare 110mila euro, provenienti dal risarcimento assicurativo per il crollo del PalaFarina, al capitolo relativo alla manutenzione degli immobili comunali. «La somma - spiega il sindaco Nicola Cavatorta - andrà a garantire la copertura delle spese relative a impiantistica, allestimento e strumentazioni delle cucine scolastiche». È stato chiesto anche un contributo al Gal. La riqualificazione delle cucine sarà funzionale alla gara d'appalto per il servizio di refezione scolastica. L'iter partirà nei prossimi giorni: l'obiettivo è attivare il nuovo servizio entro settembre. Con l'appalto in scadenza, ogni giorno trecento pasti arrivavano nelle scuole di Viadana da un centro di produzione di Fabbrico (Reggio Emilia). «Spesso - nota l'assessore all'istruzione Rossella Bacchi - abbiamo dovuto registrare le lamentele dei genitori, perché magari qualcosa risultava freddo, o scotto. Diverso cibo veniva rifiutato dai bambini e dunque sprecato». Con la nuova gara d'appalto si intendono affidare alla ditta esterna le cucine scolastiche: in questo modo i pasti saranno preparati a chilometro zero.Gli obiettivi: «Ridurre la distanza tra luogo di produzione e terminali di distribuzione; migliorare qualità e gradimento dei cibi somministrati; uniformare le modalità organizzative e il livello qualitativo del servizio su tutto il territorio; abbattere l'impatto ambientale privilegiando derrate alimentari provenienti da agricoltura biologica, prodotti Dop, Doc, Igp, stagionali e a filiera corta». Nel corso dell'estate, le cucine già esistenti alle materne Bedoli e Cicognara-Cogozzo verranno riqualificate e potenziate, mentre quella del plesso di San Matteo verrà riallestita e messa in funzione. Nelle intenzioni, la Bedoli servirà materne e nido del capoluogo, la Cicognara-Cogozzo le scuole delle due frazioni e l'elementare Vanoni, la San Matteo le frazioni nord. La cucina esistente alla materna di Carrobbio (capoluogo) resterà attrezzata, così da poter essere usata come riserva. La gara d'appalto prevederà che la ditta vincitrice contribuisca all'allestimento delle cucine con proprie attrezzature, e che le cuoche del Comune rimangano in servizio affiancate dalle cuoche della ditta. --RICCARDO NEGRI © RIPRODUZIONE RISERVATA