scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/05/2021

Lavagna unanime: «No all’affidamento del servizio ad Amiu» il sindaco: È una questione di metodo

Il Secolo XIX - Elisa Folli

Elisa Folli / Lavagna Unanimità per la delibera di affidamento del servizio di gestione integrata dei rifiuti nel bacino golfo del Tigullio, l'altra sera durante il consiglio comunale di Lavagna. Tutti hanno votato a favore affinché la Città metropolitana non affidi "in house" il servizio di raccolta rifiuti, per i prossimi 15 anni. «Non siamo contrari a prescindere ad Amiu, semplicemente, chiediamo l'espletamento di una gara d'appalto», ha detto l'assessore allo Smaltimento rifiuti Luca Sanguineti. La pratica approvata, è identica e concertata con tutti i Comuni interessati dallo stesso problema «che ritengo grave e rilevante, poiché non si può imporre un affidamento così lungo. Non siamo contro un nome, ma contro un metodo - ha aggiunto il sindaco Gian Alberto Mangiante - Salvo che, per la prima volta, questa settimana, c'è stato comunicato di consegnare una scheda contenente i risultati di smaltimento del territorio comunale. È il primo documento che è stato richiesto dalla Città metropolitana». Secondo il primo cittadino quello dei rifiuti, è un servizio imprescindibile e trasversale, che riguarda tutti: «Evidenzio la ricaduta negativa di questo modo di operare, che si riflettete sull'attuale bando, che siamo stati costretti a comprimere nella sua durata, proprio perché Città metropolitana persegue l'attribuzione al gestore unico. Questo diventa oneroso per la popolazione, perché occorre far fronte ad un ammortamento in tempi che potevano essere ordinari, e dilatati nel tempo». I consiglieri di opposizione Laura Corsi e Mario Maggi (100% Lavagna) e Daniele Di Martino (Movimento 5 Stelle) hanno sottolineato che l'approvazione di tale delibera è l'unico modo, seppure paradossale, per far sentire a Genova, la voce di Lavagna. Intanto, l'amministrazione ha prorogato alle ore 12 di venerdì 14 maggio, il termine di presentazione delle offerte di partecipazione al bando di servizio per la gestione dello smaltimento dei rifiuti, con decorrenza "presunta" dal primo luglio. --