scarica l'app
MENU
Chiudi
03/10/2019

L’assessore Viale: «Pessina riparta subito o faremo un nuovo bando per l’ospedale»

Il Secolo XIX

Sanità
E assicura: «Il Sant'Andrea sarà rinnovato». Il governatore Toti: «Sul cantiere del Felettino si è avuta troppa pazienza»
Silva Collecchia / LA SPEZIA Nuovo ospedale Felettino: si riparte dal progetto iniziale. Bocciata da Ire la variante al progetto presentata dall'impresa Pessina, la Regione intende utilizzare il progetto originario. «La volontà della Regione è ferma, c'è bisogno di un ospedale nuovo - ha detto chiaro e tondo l'assessore regionale alla sanità Sonia Viale che ieri era alla Spezia per inaugurare il nuovo angiografo - Compatibilmente con le regole del codice degli appalti e con le procedure, faremo il nuovo ospedale della Spezia con un nuovo bando di gara e le risorse disponibili per farlo, la Pessina ora può proseguire con il progetto iniziale. Se si arriverà alla revoca dell'affidamento, faremo un bando, nel rispetto del Codice degli appalti e di tutte le procedure, per dare un nuovo ospedale a Spezia. Il territorio spezzino patisce 10 anni di malgoverno del centrosinistra - ha sottolineato l'assessore leghista - Sia per quel che riguarda il Felettino, perché la corsa allo scadere del mandato per vincere le elezioni e fare un appalto fatto male è qualcosa di cui paghiamo le conseguenze anche oggi, sia per gli Oss e il tema dell'esternalizzazione di un servizio che ai sensi di legge non può essere esternalizzato è conseguenza dell'inerzia della precedente amministrazione su questo tema». Viale non ha peli sulla lingua. «Abbiamo preso atto ieri nel collegio di vigilanza che Ire ha dato parere negativo sulla variante progettuale proposta da Pessina. Questo significa che la Pessina può proseguire col progetto iniziale, ripristinando la garanzia del progetto stesso» ha aggiunto l'assessore regionale. I tempi per far partire i lavori però non sono stati resi noti. L'assessore regionale ha però assicurato che in attesa del nuovo ospedale, il malandato Sant'Andrea sarà «riparato e rinnovato e il personale sarà sostenuto». In serata anche il presidente della Regione Giovanni Toti, sulla stessa linea di Viale è intervenuto. «A questo punto è indispensabile che il cantiere riparta secondo quanto previsto dal progetto originario e che vengano ristabilite nell'immediato le garanzie previste dalla legge nei confronti della Pubblica amministrazione - ha dichiarato il Governatore - Sul cantiere del Felettino si è avuta fin troppa pazienza. Se quel cantiere non tornerà alla piena operatività in tempi rapidi e se non verranno ristabilite le indispensabili garanzie per la pubblica amministrazione, chiederò a Ire, al Rup e a tutte le parti tecniche di prendere le opportune iniziative per risolvere il contratto, in modo da poter riappaltare l'opera e partire celermente con costruzione del nuovo ospedale». Ieri il presidente, come era stato anticipato martedì dal Comitato di vigilanza, ha ricevuto da Ire gli esiti della bocciatura della Variante presentata da Pessina. -

Foto: Il governatore Giovanni Toti


Foto: Il cantiere del Felettino è ancora in alto mare