scarica l'app
MENU
Chiudi
11/11/2020

L’Asa si ritira, il Comune corre ai ripari

Corriere Adriatico

Gestione del Campo scuola, tempi difficili e l'Arengo pensa a nuovi bandi con concessioni più lunghe Allo studio anche l'inserimento di alcuni interventi di manutenzione da realizzare nel corso degli anni
GLI IMPIANTI
ASCOLI Impianti sportivi, si cambia passo. Ripartendo dal Campo scuola, ma proseguendo poi con tutti gli impianti sportivi cittadini, ora l'Arengo ha deciso modificare la strategia per valorizzare ulteriormente le strutture a disposizione delle società cittadine già da dicembre con nuovi bandi per la gestione che prevedano concessioni più lunghe inserendo anche interventi di manutenzione da realizzare. Un modo per dare modo alle società chiamate a gestire gli impianti di avere maggiori margini di programmazione e di poter anche ammortizzare eventuali costi di miglioramenti da apportare alle strutture. Ed in tal senso, come detto, sarà il Campo scuola, impianto per l'atletica leggera, a fare un po' da apripista dopo che l'Asa Ascoli ha deciso di rinunciare, al momento, all'affidamento gestionale così come concepito dall'ultimo bando comunale (che aveva visto la risposta della sola Asa Ascoli). E da questo passaggio ora si ripartirà, entro dicembre, con la nuova filosofia gestionale per tutti gli impianti dell'Arengo voluta dal sindaco Marco Fioravanti e dall'assessore allo sport Nico Stallone.
Il scampo scuola
La decisione dell'Asa Ascoli di fare un passo indietro ha di fatto aperto la strada alla strategia dell'amministrazione comunale che adesso si concretizzerà nel primo di una serie di bandi per la gestione imperniati su periodi di concessione più lunghi per permettere agli affidatari di sostenere anche alcuni interventi di sistemazione degli impianti sportivi. È per questo motivo che l'Arengo ora procederà con l'assegnazione ad un professionista esterno della redazione di un progetto definitivo dei lavori da svolgere al Campo scuola che saranno poi posti a base di gara attraverso un bando per l'affidamento in gestione di durata più lunga rispetto a quella attuale. Oltre al bando che l'amministrazione comunale andrà a predisporre per il Campo scuola di atletica leggera, il sindaco Fioravanti e l'assessore Stallone intendono avviare a seguire (presumibilmente molti entro dicembre) ulteriori bandi della stessa tipologia per tutte le strutture sportive comunali man mano che le proroghe gestionali scadranno. Con l'obiettivo di dare maggiori margini temporali ai gestori sia per ammortizzare i costi di interventi manutentivi sia per programmare la loro attività con una più lunga scadenza.
Gli altri impianti
Bandi che riguarderanno la palestra per la ginnastica all'interno della cittadella dello sport, la palestra dell'arrampicata, il pattinodromo e il centro sportivo a Pennile di Sotto, i due campi da calcio di Monterocco e Monticelli, il campo da tennis della Cantalamessa, il Palabasket, il campo da motocross che si riaprirà nell'area ex Zannoni, la pista da ciclocross nel nuovo velodromo a Campolungo, oltre al nuovo parco sportivo di via Narcisi a Monticelli. Intanto, sempre nell'ambito della cittadella dello sport, il Centro di medicina dello sport riconosciuto dal Coni ha individuato nel dottor Serafino Salvi il nuovo direttore sanitario.
Luca Marcolini
© RIPRODUZIONE RISERVATA