scarica l'app
MENU
Chiudi
24/06/2020

L’area di via Porrara si sdoppia Verrà consentita l’edificabilità

Il Messaggero

VIA LIBERA INTANTO AGLI INTERVENTI PER IL CAMPO SCUOLA SENZA LA SCADENZA RAVVICINATA DEGLI EUROPEI U18
URBANISTICA
Arriva in Commissione urbanistica il Piano quadro sulla trasformazione del comprensorio delle Porrara (foto). Si tratta di un piano che divide in due sub-comparti la zona, ovvero quello già abitato sarà diviso da quello non edificato, in modo che per quest'ultimo si potrà avere un indice di edificazione normale. «E non sottostimato - spiega il presidente della Commissione, Matteo Carrozzoni - che non permetteva di realizzare in quell'area niente. A prescindere da come la si pensi politicamente, questo è un atto dovuto, perché lì c'è gente che da anni paga tasse su un terreno edificabile, dove però non si può edificare». Per Carozzoni, Palazzo di città sarebbe tenuto a sanare la disparità tra le due aree. «Il nostro obiettivo - aggiunge - è togliere dall'impasse questo sub-comparto, in questa situazione da decenni». Il piano dovrebbe passare al vaglio della Commissione urbanistica giovedì, dove l'assessore Antonio Emili dovrebbe (il condizionale è d'obbligo visto il lutto che lo ha colpito) illustrare la sua proposta di delibera. Per l'occasione si avvierà il confronto politico sullo strumento di pianificazione che l'assessorato all'Urbanistica ha elaborato per individuare i comparti attraverso i quali le aree del comprensorio diverranno effettivamente edificabili. «Un primo passo per portare a compimento un'opera amministrativa che i cittadini attendono dal 2012 - dice l'assessore Emili - vale a dire a far data dall'epoca di approvazione del Prg della Città di Rieti».
GUIDOBALDI
Intanto, in Comune sono stati approvati i verbali di gara e l'aggiudicazione definitiva dei lavori per il campo di atletica Guidobaldi. Si tratta di interventi per 754 mila euro, nel progetto Rieti2020 (Cittadella dello sport). «Parliamo del bando di gara vinto alla società Ircop - spiega il delegato comunale allo Sport, Roberto Donati. - Abbiamo fatto tutte le verifiche, come previsto dalla legge, dopodiché abbiamo fatto l'affidamento definitivo dei lavori». Ora bisogna aspettare 35 giorni di tempo, come previsto dal codice degli appalti e partiranno i lavori. «Non essendoci più l'urgenza dei Campionati europei di atletica - conclude - dobbiamo necessariamente aspettare questo lasso di tempo per iniziare i lavori». In settimana, nel frattempo, ci sarà un incontro con la parte tecnica degli impianti sportivi, con la società Ircop, la Studentesca Andrea Milardi e con il sindaco per stabilire il cronoprogramma.
Antonio Bianco
© RIPRODUZIONE RISERVATA