scarica l'app
MENU
Chiudi
19/05/2020

L’area camper di Marina Palmense non poteva essere…

QN - Il Resto del Carlino

L'area camper di Marina Palmense non poteva essere data in gestione senza una specifica gara di appalto. Lo ha stabilito l'Autorità anticorruzione sollecitata da «Io scelgo Fermo», il gruppo consiliare di Pasquale Zacheo, che aveva chiesto alla Giunta e alla maggioranza di revocare il provvedimento. «Era emerso - racconta Zacheo - che la stessa Giunta, senza alcuna gara, aveva concesso a due società sportive la gestione dell'intero impianto, riducendo addirittura il canone anche a fronte del raddoppio della superficie concessa. Ad aggravare la situazione c'era la posizione dell'assessore Mauro Torresi, il quale aveva votato il provvedimento a favore dei privati, salvo avvedersi che il suo numero telefonico era clamorosamente riportato sul sito internet degli stessi privati gestori, quale contatto e referente per le prenotazioni». La Giunta all'epoca aveva ribadito la legittimità dell'atto, mentre all'Anticorruzione ha ammesso la fondatezza del rilievo mosso dal consigliere Pasquale Antonio Zacheo. L'Anticorruzione, nel provvedimento del 6 maggio, infatti, evidenzia testualmente che il Comune di Fermo "ha disposto un affidamento assolutamente anomalo nei contenuti e nell'impostazione", e che deve ora "avviare il regime concessorio sottoposto all'evidenza pubblica", quindi con regolare gara d'appalto, evitando "affidamenti diretti privi della dovuta istruttoria". «E così - aggiunge Zacheo - lo stesso Calcinaro ha dovuto dare immediato corso ad una specifica gara d'appalto, con evidenza pubblica in essere. Sui contenuti di detta gara, ci sarebbe ancora da dire, ma la questione si vedrà in seguito. Giunta e consiglieri di maggioranza erano stati formalmente da noi invitati a ritirare gli atti in questione, anche nell'evidenza che il privato gestore, come detto, sul proprio sito internet, presentava il numero dell'assessore Torresi che aveva votato il provvedimento. La questione è nei verbali del Consiglio comunale». «Le elezioni sono vicine e le trattative politiche sono in corso - è la conclusione del consigliere di minoranza Pasquale Zacheo - vedremo le conseguenze che questa questione avrà sui futuri accordi». © RIPRODUZIONE RISERVATA