scarica l'app
MENU
Chiudi
08/09/2018

L’Anac dà il via libera al nuovobando dei rifiuti

QN - Il Giorno

L'ANNUNCIO VALORE 14-15 MILIONI DI EURO L'ANNO, NELL'ATTESAPROROGATO IL SERVIZIO ALLA SANGALLI
- MONZA - È PRONTO per essere pubblicato il nuovo bando dei servizi ambientali. E a dare il via libera, per ora ancora in modo ufficioso, è stato ieri mattina l'Anac, l'autorità anticorruzione che ha chiamato in Comune per informare che Raffaele Cantone ha valutato positivamente il nuovo maxi appalto monzese. «È STATA una telefonata delle segreteria dell'Anac - ha spiegato Martina Sassoli, assessore all'Ambiente - che ci ha detto che Cantone ha firmato il bando e il nuovo capitolato. Attendiamo ora la comunicazione ufficiale e subito dopo pubblicheremo il bando, in tempo con la scadenza di quello vecchio». È UNA SVOLTA per la città che può voltare pagina rispetto al vecchio maxi appalto dei rifiuti e della pulizia urbana assegnato per 127milioni di euro nel 2009 alla Sangalli, poi finito nel 2013 nell'inchiesta sulla corruzione "Clean City" con tutte le complesse conseguenze per gestire servizi e rapporti tra municipio e società appaltatrice. I SERVIZI AMBIENTALI sono anche la maggiore spesa a carico del Comune, una partita che riguarda un settore fondamentale per la città, dal valore attuale tra i 14 e i 15 milioni di euro l'anno, e per la stesura del nuovo bando e capitolato per i prossimi anni l'Amministrazione comunale ha affidato la stesura a un'agenzia esterna di Torino e prima dell'estate l'ha poi inviato all'Anac per ricevere una valutazione sulla sua conformità. Il via libera annunciato ieri fa terminare l'attesa e arriva in tempo con la scadenza del servizio affidato alla Sangalli del 30 settembre: il vecchio appalto dovrà essere prorogato fino all'aggiudicazione di quello nuovo ma «si tratta solo di tempi tecnici - spiega l'assessore - dovuti dai 40 giorni di tempo di pubblicazione del bando e quindi il periodo necessario all'aggiudicazione». TEMPI, COSTI e prestazioni contenuti nel nuovo appalto restano sotto segreto fino al momento della pubblicazione ma «subito dopo - conclude Martina Sassoli - comunicheremo i contenuti: sarà un servizio innovativo per la città che punta soprattutto sulla qualità». DI FATTO la proroga di un mese alla Sangalli è già stata fatta, ma per «i tempi tecnici» potrebbero volerci altri 4-5 mesi. Nei giorni scorsi la commissaria Elisabetta Brugnoni, nominata dall'Anac per vigilare sull'appalto e rinnovata come tutor della società, ha inviato la sua relazione alla prefetta Elisabetta Vilasi che ha deciso di porre fine al periodo di tutoraggio. Una decisione su cui i 5 Stelle vogliono vederci chiaro. «Chiederemo l'accesso agli atti in Prefettura - dice il consigliere regionale Marco Fumagalli - Appare assurdo non avere impugnato da parte del sindaco Allevi il provvedimento prefettizio che revocava il commissariamento, rinunciando in tal modo agli utili del contratto che avrebbero fatto diminuire notevolmente la tari ai monzesi» Martino Agostoni © RIPRODUZIONE RISERVATA