scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/05/2021

“L’Alitalia leggera non riuscirà mai a prendere il volo”

La Verita' - GIANLUCA BALDINI

L'INTERVISTA PAOLO CANONIE
Il leader Ug? apre al di Sostegni bis per gli autonomi: ?Avranno la possibilit? di recuperare buona parte di quanto perduto?
M II di Sostegni bis ? un cambio di passo che si attendeva da tempo. I lavoratori autonomi potranno ora riavere parte di quanto perduto attraverso calcoli oggettivi. A parlarne con La Verit? ? il segretario generale dell'Ugl Paolo Capone. Come Ugl siete soddisfatti del di Sostegni bis? ?Noi siamo complessivamente positivi sul di Sostegni bis. Visto il valore di 40 miliardi, si tratta di fatto di una finanziaria. Avr? un impatto di 15 miliardi sulle imprese ed ? importante. Questo per noi ? andato di pari passo con quanto richiesto dai sindacati circa un piano vaccinale di massa per i lavoratori che permettesse a tutti di operare in sicurezza?. La norma prevede anche una proroga del blocco dei licenziamenti, questo sposta solo pi? in l? il problema, ma di certo non lo risolve. ?Lo Stato, cos? facendo, sta solo drogando il sistema. E un corpo che sta prendendo medicine molto forti, senza per? reagire autonomamente. Non possiamo mantenere il blocco dei licenziamenti troppo a lungo. ? un gioco che non funziona e che non consente la pianificazione delle attivit? produttive a pieno. La nostra economia si regge su un equilibrio molto complesso tra la produzione di un bene e la capacit? di avere un mercato in salute dove questo prodotto viene venduto. Se non si rimette in moto l'ingrediente principale che fa muovere l'economia, non si va da nessuna parte. Pi? che blocco dei licenziamenti, in questo caso servirebbero le risorse per far ripartire l'economia. Io non credo che una societ? in salute in grado di produrre e vendere ci? che produce abbia necessit? di licenziare le persone. Si dovr? verificare se le misure che sono state prese avranno in futuro questo effetto. Secondo la Banca d'Italia, durante la pandemia i risparmi di chi non ha avuto perdite di reddito in questi mesi sono cresciuti enormemente. Si tratta di una grande quantit? di denaro che non ? stata spesa e che potrebbe essere utilizzata per far ripartire l'economia ed evitare licenziamenti in massa. Il di Sostegni bis va in questa direzione, ci sembra. Il prossimo passo per noi ? quello di semplificare il codice degli appalti e dare il via a una vera semplificazione. Landini non ? d'accordo, ma noi crediamo che si possa semplificare senza perdere legalit? e trasparenza sui luoghi di lavoro. Noi vediamo un approccio che punta a fermare la macchina Italia, mentre noi vogliamo rilanciarla attraverso la semplificazione?. Sempre sui professionisti, siete soddisfatti delle novit? legate ai lavoratori autonomi? ?Quello che noi vediamo ? una maggiore disponibilit? ad avvicinarsi non certo al recupero di tutto quello perduto in questi mesi, ma almeno a recuperarne una buona parte con un metodo quanto pi? possibile oggettivo. Il cambio di passo c'? stato prima con il governo Draghi, ma soprattutto quando Arcuri ? stato allontanato e per la campagna di vaccinazione ? stato assunto un generale esperto di logistica che ha portato a casa risultati veri?. Su Alitalia altri soldi pubblici verranno spesi per tenerla in piedi. ? sicuramente positivo per i lavoratori, non per le tasche degli italiani. ?In quel caso il problema ? che non si ? ancora capito cosa si vuole fare con l'ex compagnia di bandiera. L'Alitalia light con poche rotte in cui si devono licenziare la met? dei lavoratori ? un progetto al ribasso che non ci trova d'accordo e che non garantir? alla societ? di trovare un mercato che la sostiene. In pratica si attua gi? un danno subito, per poi farne un altro tra quattro anni quando si arriver? all'ennesimo fallimento. Il piano di rilancio deve passare attraverso investimenti sugli aerei, sulle rotte e sulla capacit? di fare di Alitalia il vettore degli interessi nazionali. La rinascita di Alitalia con i tre settore principali manutenzione, handling e volo ? possibile. Questo comporter? una riorganizzazione del personale ma ? sempre meglio di ridurre la capacit? operativa non porter? invece da nessuno parte?. e RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: SEGRETARIO Paolo Capone