scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/03/2021

«La ventilazione per 1.885 aule coinvolgendo 26.503 studenti»

Corriere Adriatico

Baldelli e Latini replicano ai consiglieri Pd: rispondiamo alle polemiche con i fatti
LA POLEMICA
PESARO Impianti di ventilazione per le scuole: alle obiezioni dei consiglieri regionali Pd Micaela Vitri e Andrea Biancani, gli assessore Francesco Baldelli e Giorgia Latini rispondono: «Questa giunta non deroga dalla sua splendida abitudine di rispondere alle polemiche con i fatti, che sono gli unici garanti del cambio di passo che meritano i cittadini marchigiani. E i fatti non mentono mai, soprattutto quando parliamo di emergenza Covid, giovani e scuola». Vitri e Biancani, nella sostanza, parlavano di un'operazione spot che riguarda un numero limitatissimo di classi in tutta la Regione, facilmente comprensibile alla luce dei 2milion investiti dalla Regione per questa opportunità.
I fatti
«Il primo fatto. La matematica non mente poichè il bando è stato preparato nel tempo record di 40 giorni, con 111 Comuni (il 50% circa del totale) e 2 Province, che hanno inviato in meno di 24 ore le loro richieste per assicurare in 1.885 aule il continuo ricambio d'aria a 26.503 studenti. E non è finita qui, perché c'è tempo fino al 10 di marzo». L'intervento dei due assessori prosegue con le citazioni di un rapporto dell'Istituto Superiore della Sanità, dell'ospedale Bambino Gesù di Roma e del Ministero dell'Ambiente, nonchè altre importanti istituzioni statali e scientifiche, che ribadiscono l'importanza della ventilazione nelle scuole per la tutela della salute degli studenti. «Fra i tanti, anche il Quotidiano Sanità e la Fip-Cgil hanno chiesto, inascoltati dal governo, la riapertura delle scuole con la ventilazione meccanica».
Le risorse
«Basterebbero queste considerazioni osservano Baldelli e Latini presenti nella stessa delibera di giunta, per far tacere ogni critica sul bando relativo dei contributi per gli impianti di ventilazione meccanica da destinare agli edifici scolastici di Comuni e Province. Quanto alle risorse, invece, abbiamo dichiarato sin dall'inizio che lo stanziamento di 2 milioni di euro sarebbe stato un primo finanziamento', e che una volta generata la graduatoria e valutata l'ammissibilità delle domande pervenute, avremmo stanziato ulteriori fondi per coprire le richieste ampliando l'efficacia dell'intervento. Ricordiamo al contempo che la Regione si è sostituita a chi aveva il dovere e la competenza di intervenire e non è intervenuto».
La tecnologia
«A ciò aggiungiamo che i sistemi Vmc possono essere associati ad apparati di sanificazione dell'aria, per i quali la regione ha già stanziato 3 mln di euro. Ulteriori 2,5 milioni sono stati previsti per l'acquisto degli strumenti informatici per consentire la Dad nelle famiglie. Fatti che si contrappongono alle sterili polemiche di chi, quando poteva fare essendo al governo della regione fino al settembre scorso, non ha fatto. Velocità e concretezza sono dunque i concetti indiscutibili che hanno ispirato l'operato della giunta Acquaroli nell'ideazione e avvio del bando per i ventilatori concludono gli assessori».
I pionieri
«Siamo orgogliosi di essere la prima regione in Italia ad aver introdotto questa innovazione nelle scuole, sperando che altre regioni presto prendano a modello questa iniziativa. Aggiungiamo infine la soddisfazione per la grande partecipazione delle Amministrazioni locali all'iniziativa voluta fortemente dalla nostra amministrazione, impegnata a rispondere all'emergenza pandemica e costretta spesso a colmare i vuoti' generati da interventi inefficaci del governo centrale come quelli dei banchi a rotelle».
Luca Senesi
© RIPRODUZIONE RISERVATA