scarica l'app
MENU
Chiudi
03/06/2020

La tangenziale di Cassano avanza Domani apre il primo chilometro

Eco di Bergamo - Patrik Pozzi

Viabilità L'intervento nel territorio milanese dalla zona industriale alla stazione Per completare il nuovo attraversamento dell'Adda in arrivo un bando da 4 milioni
La tangenziale di Cassano aprirà domani alle 10 al traffico. Non sarà percorribile l'intero tracciato di poco più di due chilometri ma il «lotto 1» ossia il tratto di circa un chilometro che va dalla zona industriale della città (dalla rotatoria che si trova all'altezza dell'azienda Remer per intendersi) alla stazione ferroviaria (sempre più usata da quando è diventata una delle fermate delle linee S5 ed S6 che portano a Milano).

Per la Bergamasca questa tangenziale (finanziata con 6 milioni di euro anche dalla Provincia di Bergamo e di cui l'ente appaltante è invece la Città metropolitana di Milano) diventerà utile soprattutto quando aprirà alla circolazione anche il «lotto 2» ossia il tratto che dalla stazione si collegherà, superando canale Muzza, fiume Adda e roggia Rivoltana, alla via Rivolta: una nuova via per passare dalla Bergamasca al Milanese superando l'Adda con ponti percorribili sia da auto che da camion in entrambe le direzioni di marcia (mentre ora l'Adda nelle vicinanze può essere percorso dai mezzi pesanti solo a Rivolta o a Canonica ma, in questo caso, percorrendo il ponte della provinciale 525 solo nella direzione da Milano a Bergamo). Comunque sia il diventare percorribile del «lotto 1», che è stato completato dall'azienda Bergamelli di Nembro, deve essere accolto come una notizia di peso: innanzitutto perché, comunque, alleggerirà il traffico sulla provinciale 11 che attraversa l'abitato di Cassano e che si deve percorrere per forza per dirigersi da Treviglio a Milano o viceversa. E poi perchè significa che questo importante cantiere, dopo tante traversie (basta dire che la tangenziale sarebbe dovuta essere pronta nel 2012), ha preso il verso giusto.

«Sarà una giornata importante per Cassano - afferma Roberto Maviglia, sindaco e Consigliere metropolitano delegato all'Edilizia scolastica - questo tratto di strada provinciale consente un primo parziale alleggerimento del traffico stradale che attualmente percorre il centro abitato. Molto rimane da fare ma la strada presa è quella giusta. Nei prossimi mesi è prevista l'aggiudicazione dei lavori di completamento della variante stradale per oltrepassare il fiume Adda».

Nei prossimi mesi, Città metropolitana indirà il bando per la selezione dell'azienda a cui affidare il completamento del «lotto 2»: rimangono ancora circa 4 milioni di euro di lavori da realizzare (su un quadro economico complessivo di poco più di 30 milioni). Prima dell'affidamento è previsto un precollaudo dei ponti che sarà possibile grazie ad alcuni lavori che ancora la Bergamelli sta realizzando vicino a queste strutture come la formazione dei terrapieni.

«Nonostante l'emergenza sanitaria - conclude Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana - la Città metropolitana ha proseguito la propria attività e questo ha consentito al territorio di Cassano la consegna di questa opera che sarà a breve completata con l'installazione di una torre faro con dispositivi illuminanti orientabili per evitare dispersione di luce su cui verrà anche montata un'antenna per le comunicazioni dati di ultima generazione».