scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
25/09/2021

«La spiaggia resti pubblica» Sono state raccolte 1.400 firme

Il Tirreno - Elisabetta Giorgi

grosseto al centro
Elisabetta GiorgiGROSSETO. La petizione è andata in porto e già protocollata: 1.430 è il traguardo di firme raccolte tra grossetani e turisti da Grosseto al Centro - iniziativa promossa dal candidato sindaco di Gac Marcello Campomori - per chiedere al sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna di interrompere il procedimento per la realizzazione di un nuovo stabilimento balneare a Marina di Grosseto, tra i bagni Pineta e Sirena (all'altezza di Villa Gaia). Un bagnetto che per Gac «sottrarrebbe la spiaggia libera e diventerebbe il 32° stabilimento della frazione». Il risultato della petizione è stato presentato ieri in piazza Dante al "Gac-zebo" dell'associazione. Le firme consegnate all'ufficio protocollo del Comune. Aveva sollevato polemiche, ad agosto, la decisione dell'amministrazione di avviare un bando per affidare una concessione demaniale marittima a Marina che avesse come finalità «una struttura per l'esercizio di attività connesse alla balneazione con specializzazione per portatori di handicap» (delibera di giunta del 5 agosto, bando tuttora in corso). L'idea non era piaciuta tra gli altri a Lorella Ronconi, ideatrice della campagna Solo un minuto («uno stabilimento prettamente per disabili, o meglio, particolarmente adattato ai disabili mi dà l'idea del ghetto»). Ma anche i 1.430 firmatari sottolineano nella petizione come «la motivazione utilizzata dal bando con specializzazione per portatori di handicap risulti solo apparente e quindi illegittima, dato che l'accessibilità alle persone con disabilità deve essere garantita per legge a tutti gli stabilimenti balneari». La lista di Campomori chiede che il sindaco revochi in autotutela la procedura e mantenga pubblica la spiaggia. «O meglio non lo chiediamo noi ma 1430 persone. Siamo soddisfatti del numero di firme cui hanno contribuito i residenti di Marina e Grosseto e molti turisti sorpresi del fatto che si sottragga una delle ultime porzioni di spiaggia libera rimasta nella frazione». Campomori chiede agli altri candidati a sindaco, tranne al sindaco promotore del bando, «se si vogliono esprimere sulla richiesta delle 1.430 persone di mantenere la spiaggia pubblica. I candidati sono d'accordo con quanto ha fatto Vivarelli Colonna o su quello che sostengono i cittadini con la petizione? Ci piacerebbe conoscere pubblicamente la loro idea». © RIPRODUZIONE RISERVATA