scarica l'app
MENU
Chiudi
14/01/2020

LA SPEZIA Vanno alle aziende del sud Italia due gr…

QN - La Nazione

LA SPEZIA Vanno alle aziende del sud Italia due grandi appalti per curare i servizi di riparazione e manutenzione di navi da guerra, gare bandite nei mesi scorsi dall'Arsenale militare marittimo della Spezia. Il primo appalto, del valore di 662.847 euro, riguarda il servizio di attività di bonifica e conservazione delle ex navi Maestrale, Bersagliere, Artigliere e Mitilo. La commessa è suddivisa in sei lotti non aggiudicabili separatamente perché si tratta di prestazioni tecnicamente ed operativamente inscindibili. E' stata aggiudicata alla S&Y srl di Napoli in associazione temporanea di impresa con altre due società, la Cmt srl e Operazione srl. L'affidamento è arrivato comunque in seconda battuta, dopo la revoca dell'aggiudicazione alla prima azienda che era risultata vincitrice, la Siman Srl in associazione temporanea di impresa con Rd Control srl. La revoca è stata conseguenza della sentenza del Consiglio di Stato che aveva accolto il ricorso principale di S&Y, che si era classificata al secondo posto, escludendo dalla gara proprio l'azienda valutata in prima battuta aggiudicatrice. Il secondo appalto aggiudicato in queste settimane riguarda l'ammodernamento di mezza vita della settima unità navale della classe Gaeta, ossia nave Chioggia, di base alla Spezia, per l'importo di 2.528.750 euro (commessa in nove lotti non divisibili). Anche stavolta a vincere è stata l'offerta di S&Y srl di Napoli, in associazione temporanea di impresa con la società Come srl. La vincitrice l'ha spuntata proponendo un minor tempo di esecuzione dei lavori, l'estensione della garanzia e uno sconto maggiore. L'aggiudicazione è stata confermata anche a seguito della sentenza del Consiglio di stato che pur avendo applicato una penalità di tre punti di demerito non ha modificato la graduatoria finale della gara d'appalto © RIPRODUZIONE RISERVATA