scarica l'app
MENU
Chiudi
11/06/2020

La società Semater si aggiudica il servizio di raccolta rifiuti nel porto commerciale

Il Messaggero

L'APPALTO È BIENNALE E RIGUARDA ANCHE IL TRATTAMENTO DEL MATERIALE PRODOTTO DALLE NAVI
GAETA
L'Autorità di sistema portuale del Mar Tirreno centro settentrionale ha completato la procedura per l'affidamento del servizio di raccolta e trattamento delle tipologie dei rifiuti prodotti dalle navi che fanno scalo nel porto commerciale di Gaeta. La scelta è caduta sulla società Semater di Gaeta, una delle maggiori imprese del settore presente nel potenziato porto commerciale, una risorsa importante per la città e l'intero Golfo. L'appalto, di durata biennale, appena aggiudicato alla Semater, è stato realizzato in base alle indicazioni di un decreto del 27 marzo 2003 del ministero dell'Ambiente, cui si è ispirato, per redigere il capitolato di gara, il piano di raccolta dei rifiuti approvato dal comitato tecnico portuale nella seduta del 19 luglio 2018 e che non impegnerà economicamente l'ex Autorità Portuale del Lazio. L'importo di 762mila euro previsto nel prossimo biennio e calcolato in misura proporzionale rispetto al numero delle navi mercantili che hanno attraccato nel porto di Gaeta negli ultimi anni sarà infatti versato dalle stesse società armatrici che frequentano le banchine del Salvo d'Acquisto per i propri traffici commerciali e turistici all'impresa locale che si è aggiudicata la gara d'appalto, molto attesa da tempo per un miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie della rada. Un importo, però, non del tutto definito, che potrebbe variare in considerazione del numero delle navi che annualmente approderanno nello scalo gaetano, oltrechè dei rifiuti prodotti e della loro tipologia. Il costo dello stoccaggio è stato disciplinato in un innovativo capitolato di gara. Nel prossimo biennio l'azienda aggiudicatrice dell'appalto dovrà garantire, per un importo complessivo di 168mila euro, anche un secondo importante servizio: quello riguardante la pulizia e il disinquinamento degli specchi d'acqua interni all'area portuale di Gaeta, la manutenzione degli stessi, il prelievo e la raccolta dei rifiuti stagnanti di qualsiasi natura e consistenza come quelli oleosi galleggianti. Tutti servizi fondamentali per il rilancio e la completezza di un porto moderno e competitivo come quello di Gaeta.
Sandro Gionti
© RIPRODUZIONE RISERVATA