scarica l'app
MENU
Chiudi
15/11/2019

La seduta del consiglio comunale trasformata in campo di battaglia

Gazzetta del Sud

Taurianova, in aula un solo punto all' ordine del giorno
Raffica di bottae risposta dall' acqua non potabile all' area fitness degradata Teresa Cosmano
TAURIAN OVA La lunga pausa di circa2 mesie mezzo non ha certo fatto perdere le vecchie abitudini ai consiglieri comunali di Taurianova, che approfittano delle sedute del civico consesso per ingiuriarsi, offendersi e denigrarsia vicenda. Il Consiglio comunale, riunitosi per approvare il solo punto all' ordine del giorno, ovvero la presad' atto della deliberazione di Giunta n. 147 del 24 settembre scorso, relativa alla"Ind ividuazione degli enti strumentalie delle società partecipate costituenti il gruppo amministrazione pubblicae relativi obblighi di consolidamento dei bilanci-Ese rcizio 2018", fin dai preliminari ha registrato numerose polemiche. Ad aprire il dibattito, il consigliere Scarfò, che ha postol'a ccento sul problema acqua non potabile, sui disservizi della raccolta differenziatae sui vari cantieri aperti. Lazzaroè invece tornato sul caso Falleti, sottolineando il fatto che il sindaco ne chiese le dimissioni nonostante non risultasse indagato, mentre non ha agito allo stesso modo con il presidente del Consiglio, per il qualeè stato disposto un rinvioa giudizio, invitandoloa presentare una mozione di sfiducia. Sulla situazione dei campi sportivi, «abbandonatie smembrati», ha invece focalizzatol' attenzione Sposato, subito ripreso Alta tensione Maggioranzae opposizione sempre più ai ferri corti dalla Perri che siè soffermata sull' area fitness «incustodita»e dove «mancanoi bagni», per poi passare ai lavoratori Avr, chiedendo che sia il Comunea farsi carico dei pagamenti come prevede il codice degli appalti. Più agguerrito Biasi, che tirando in ballol' incompatibilità del presidente del Consiglioa ricoprire tale ruolo, ha scatenato un alterco con lo stesso Siclari, che lo ha sfidatoa trovare un solo articolo di legge che confermi tale incompatibilità. Biasi ha quindi accusatoi consiglieri di maggioranza di essere complici degli eventuali danni che ciò comporterà al comune, provocando la reazione di Prestileo che ha specificato di determinarsi «solo per il bene del paese».A chiudere il dibattito, il sindaco Scionti che, accusando Biasi di ripetere sempre le stesse cose, ha risposto solo sulle questioni Avre impianti sportivi. Siè quindi passatia discutere della delibera necessaria per poter procedere al piano assunzionale per la stabilizzazione dei rimanenti Lsu/Lpu,i cui termini sono scaduti il 30 settembre, ma come chiarito da Scionti la scadenza nonè perentoria visto che il Comuneè in dissesto. Nonostante questo, non siè risparmiata la polemica, che al momento della votazione ha visto l' astensione di Sposato, Nicolosie Lazzaroe il voto contrario di Biasi, Scarfò, Perrie Versace, passando coni soli voti della maggioranza.