scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/06/2021

La scuola extra large esce dalla «strettoia»

Brescia Oggi

TRAVAGLIATO La struttura sarà ultimata entro la fine del 2022
Chiusa la vertenza con l'impresa privata dell'appalto il Comune varerà il bando per completare la nuova ala
L'impasse legale-amministrativo provocato dalle pretese dell'ex-impresa appaltatrice che aveva chiesto al Comune un'integrazione milionaria per completare la nuova ala dell'elementare - ben 3,72 milioni di euro in aggiunta ai 3,03 milioni dell'importo di contratto dell'appalto - è finalmente superato. Dopo che l'accertamento tecnico preventivo del Tribunale di Brescia ha bocciato l'onerosa richiesta riconoscendo all'ex-impresa appaltatrice solo una plusvalenza di 48 mila euro per alcune lavorazioni rivelatesi poi più costose di quanto previsto dal capitolato, il Comune ha pubblicato il bando per l'aggiudicazione delle opere di completamento dell'opera. «Sarà realizzata in due stralci lavori che verranno aggiudicati anche congiuntamente su una base d'asta per complessivi 3 milioni di euro all'impresa che offrirà il maggior sconto - spiega l'assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Christian Bertozzi - tramite una procedura più snella di quello tradizionale, la cosidetta "inversione procedimentale" prevista dal Decreto sblocca cantieri».In pratica l'impresa che avrà accordato il maggior ribasso sarà immediatamente verificata all'apertura delle buste, prevista il 9 giugno. I lavori potranno dunque ripartire senza intoppi- «Dei tre milioni di euro necessari, un milione sarà finanziato con un mutuo già ottenuto dalla Cassa Depositi e Prestiti, due milioni con risorse comunali», aggiunge Bertozzi. Il Comune ha imposto all'impresa incaricata di eseguire i lavori di versare una fideiussione di 600 mila euro. Il capitolato d'appalto comprende la realizzazione di tutti gli impianti, delle finiture e dei serramenti che una volta ultimati permetteranno di consegnare 10 nuove aule scolastiche da 25 alunni, 4 laboratori, una mensa da 370 alunni e una palestra da 350 metri quadrati, oltre a uno spazio polivalente di altri 200 metri quadrati sulla terrazza della nuova palestra, per metà coperti e l'altra metà scoperti. Già acquistati invece gli arredi. Se tutto filerà liscio il contratto con l'impresa appaltatrice sarà siglato a metà luglio e il cantiere aprirà in agosto o al più tardi settembre, aggiunge il vicesindaco. I lavori dovranno essere completati nell'arco di 425 giorni lavorativi : pertanto saranno ultimati entro la fine del 2022. Per quella data la nuova ala della primaria sarà già pronta e funzionante e potrà riaccogliere i 250 studenti che, a seguito della demolizione dell'obsoleta e inadeguata pre-esistente palazzina, dal 2016 sono confinati nell'ex-asilo parrocchiale affittato dal Comune.© RIPRODUZIONE RISERVATA.P. P.Ted.