scarica l'app
MENU
Chiudi
14/01/2020

LA RICOSTRUZIONE Ci sarà domani presso la Presiden…

Il Messaggero

LA RICOSTRUZIONE
Ci sarà domani presso la Presidenza del Consiglio a Roma l'incontro tra le associazioni e i comitati cittadini e Fabrizio Curcio (foto), già capo del dipartimento nazionale di Protezione Civile e da ottobre 2019 capo dipartimento di Casa Italia e della struttura di missione per il sisma 2009. Al centro dell'incontro la ricostruzione delle scuole, tema anche dell'incontro privato che c'è stato a palazzo Fibbioni qualche giorno fa tra Curcio e il sindaco Pierluigi Biondi. «Gli chiederemo come pensa di agire per sbloccare finalmente dopo 10 anni l'immobilismo della ricostruzione scolastica», afferma Silvia Frezza della commissione Oltre il Musp.
«E' stato un autunno caldo quello aquilano aggiunge - con un risveglio della coscienza civica decisamente apprezzabile, con un impegno democratico di un certo spessore, con una condivisione di obiettivi degna del miglior percorso di cittadinanza attiva. La commissione Oltre il Musp è soddisfatta di aver continuato a promuovere azioni a sostegno della ricostruzione delle scuole, raggiungendo l'obiettivo di essere ascoltata dalle alte cariche istituzionali rimaste interdette di fronte ad un immobilismo ormai ingiustificabile e imbarazzante».
«Con Curcio, ci auguriamo, avremo la possibilità di collaborare lungo un rinnovato percorso volto ad una proficua ricostruzione pubblica scolastica, volto ad accelerare e a garantire il sacrosanto diritto di migliaia di studenti che studiano nei Musp». Sul dimensionamento della rete scolastica cittadina, la Frezza aggiunge: «Abbiamo contribuito alla stesura di un documento che evidenzia i disagi e le contraddizioni che stanno toccando con mano insegnanti e famiglie. Il piano, in barba alla millantata disponibilità all'ascolto delle istituzioni locali, è andato avanti fino alla sua approvazione regionale, nonostante le numerosissime firme raccolte a favore di una sua sospensione per conoscere, comprendere e fare una scelta condivisa».
L'incontro arriva a qualche giorni di distanza dalla presa di posizione di Paolo Romano, del P.Possibile. «Anche l'Anac dà ragione a quanto dicevamo e cioè che l'accordo stipulato con il Comune e con il Provveditorato alle Opere pubbliche per la velocizzazione della ricostruzione delle scuole andando in deroga al Codice degli appalti è rimasto inattuato. Al palo da quando la nuova amministrazione si è insediata».
Marianna Galeota
© RIPRODUZIONE RISERVATA