MENU
Chiudi
02/09/2018

La replica della Navylos: «Non esiste nessuna irregolarità»

Gazzetta del Sud

IL LEGALE DELLA SOCIETÀ RESPINGE ANCHE L ' ESISTENZA DI UN DEBITO VERSO LA SUD METALLICA: CI SIAMO OPPOSTI A UN DECRETO INGIUNTIVO INFONDATO
L ' azienda ha anche sporto denuncia alla Guardia di Finanza
La Navylos srl, il cui amministratore unico e Raoul Mellea (il fratello Gennaro è diventato amministratore della Sud Metallica, la società che ha fornito i pontili, lo scorso 15 luglio) ritiene che si sia di fronte a un «tentativo di creare un polverone mediatico» e affida la sua replica all ' avvocato Vitaliano Leone il quale afferma senza mezzi termini che «non esiste nessuna irregolarità nella concessione che la società ha ottenuto per la gestione dei servizi portuali». I pontili, spiega il legale, sono stati regolarmente e positivamente collaudati evidenziando «la strumentalizzazione del cosiddetto collaudo provvisorio che, al contrario, è stato eseguito nel rispetto della legge, essendo previsto come tale (provvisorio) per definizione di legge (l ' art. 141 comma 3 del regolamento sugli appalti previsto dal decreto legislativo 163/2006 e dell ' art. 102 comma 3 del codice appalti in vigore)». Quanto all ' aspetto finanziario, l ' avv. Leone sottolinea che «non esiste alcun debito della Navylos nei confronti della Sud Metallica per la fornitura dei pontili: se è vero che la società fornitrice ha ottenuto un decreto ingiuntivo per il pagamento della fattura per un preteso credito di 135.235 euro è altrettanto vero che lo stesso decreto ingiuntivo è stato opposto perché palesemente infondato». Sul punto il legale precisa che il decreto in questione «è stato ottenuto sulla base di una mera fattura emessa l ' 1 febbraio 2017 e addirittura stornata dalla stessa Sud Metallica il successivo 27 febbraio .con nota di credito». Un ' azione che la Navylos, «non oggi, ma in tempi non sospetti - evidenzia l ' avv. Leone - ha provveduto a denunciare alla Guardia di Finanza». Inoltre, il legale della Navylos sottolinea che «la concessione per i servizi portuali ha ad oggetto l ' area portuale in metri quadrati e non i pontili che sono stati acquistati, separatamente, dalla Navylos e la cui regolarità è attestata, si ripete, da molteplici collaudi». Il cambiamento delle sorti dell ' area portuale viene attribuito alla politica dell ' ammini strazione Abramo: «Da area abbandonata è ora un centro di sviluppo; la Navylos ha investito per i servizi portuali ingenti risorse economiche, accollandosi anche il rischio di un eventuale fallimento; spiace, quindi, - con clude il legale - constatare l ' esi stenza di tentativi di denigrare quanto sin qui costruito; simili azioni non verranno ulteriormente tollerate». 3 (fr.ra.)

Foto: L ' udienza. Avviati alcuni contenziosi

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore