scarica l'app
MENU
Chiudi
04/08/2020

La raccolta rifiuti a Gela costerà 1milione in più Anac vigilerà sull ‘ appalto

La Sicilia

Caltanissetta
Rischio infiltrazioni della criminalità. Dopo l ' intervento della Dia su delega della Procura, il nuovo bando sarà " monitorato "
GELA. Cinque gare d ' appalto andate deserte per il servizio della raccolta di rifiuti e con il prossimo bando l ' importo lievita di quasi un milione di euro: da 6milioni e 500 mila euro a 7milioni 491mila euro. È l ' ultima mossa adottata dal sindaco Lucio Greco nel tentativo di vedere aggiudicato un servizio che sembra essere stregato. Dal 2014 ad oggi la raccolta dei rifiuti e la pulizia urbana è stata effettuata dalla Tekra, lavori prorogati perché nessuno aveva messo mano alla gara d ' a ppalto. Ora ci si riprova facendo lievitare di un milione l ' importo. Se da una parte i bandi andati deserti sono " sotto stretta sorveglianza " della Dia, coordinata dalla Procura, il prossimo sarà monitorato dall ' Anac il cui presidente Francesco Merloni ha sottoscritto con il prefetto Cosima Di Stani ed il Comune un protocollo con il quale si controlleranno tutti i passaggi relativi agli atti amministrativi della procedura di gara. A comunicarlo è stato il sindaco Lucio Greco venerdì mattina agli ex dipendenti della Tekra, e ieri attraverso un comunicato stampa - ha illustrato i dettagli del protocollo ritenuto «uno strumento fondamentale per prevenire e contrastare tentativi di infiltrazioni criminale e/o mafiosa e tutelare l'Ente in caso di risoluzione anticipata del contratto». In base a questo accordo, Anac e Prefettura verificheranno tutti gli atti della procedura di affidamento: bando e disciplinare di gara, capitolati e schema di contratto, provvedimento di nomina dei commissari e di costituzione della commissione giudicatrice, elenco degli operatori economici partecipanti alla procedura, verbali di gara e aggiudicazione. Il protocollo ha una durata di 12 mesi, durante i quali il Comune può dare comunicazione tempestiva alla Prefettura e all'Autorità Giudiziaria di qualsiasi tentativo di corruzione e può avvalersi della clausola risolutiva se l'impresa o la compagine sociale affidataria del servizio dovesse essere destinataria di misure cautelari. «Così facendo - conclude il sindaco Greco - saremo tutelati in ogni fase dell'appalto e potremo rescindere il contratto senza conseguenze per le casse dell'Ente in presenza di situazioni poco limpide o di fatti di cronaca. È un risultato grazie al quale spero di arrivare quanto prima a risolvere il problema dell'affidamento della gara per i rifiuti, andata a vuoto già 5 volte. Un fatto, quest'ultimo, più unico che raro e di inaudita gravità». Ci si riprova ad affidare il servizio di raccolta dei rifiuti mentre la Tekra chiede al Comune gli adeguamenti economici per il servizio effettuato e per il costo del personale. Dopo tanti anni viene richiesta anche la firma del contratto tra il Comune e la stessa società. Tutto messo nero su bianco, chissà quale potrebbe essere la prossima mossa per un servizio che era stato aggiudicato per 12 mesi e che dopo sei anni lascia ancora tanto a desiderare. L. M.

Foto: La protesta dei lavoratori Tekra