scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
01/04/2021

La «Qualità dell’abitare» e i rioni dimenticati

La Gazzetta Del Mezzogiorno

QUARTIERI FINANZIAMENTI E POLEMICHE CONSIGLIO COMUNALE Nuovo progetto per Bucaletto candidato ad un finanziamento nazionale. L'opposizione attacca: Murate e Cocuzzo dimenticati
GIOVANNA LAGUARDIA l La Giunta comunale di Potenza candida un nuovo progetto per Bucaletto ad un finanziamento nazionale, il «Programma innovativo per la qualità dell'abitare», e l'opposizione attacca al grido di «eliminati rione Coccuzzo e la zona Pagliarelle». Ma l'assessore all'Urbanistica, Antonio Vigilante risponde: «l'impegno per queste due aree è stato semplicemente spostato su un successivo finanziamento nazionale». «Il Comune di Potenza - denunciano i consiglieri Bianca Andretta, Angela Blasi, Roberto Falotico, Francesco Flore, Angela Fuggetta, Rocco Pergola, Pierluigi Smaldone e Vincenzo Telesca - avrebbe potuto, entro il 16.03.2021, presentare tre progettualità per un totale di 15 milioni, anche per aver più chances, e invece ne ha presentata solo una relativa al rione di Bucaletto, accantonando e difatti eliminando tanto rione Cocuzzo quanto la zona Pagliarelle». La Gazzetta si era già occupata del bando in questione, in un articolo pubblicato il 23 febbraio scorso, quando la giunta comunale aveva appena approvato le linee guida per la partecipazione al bando. Delibera nella quale erano state indicate ulteriori possibili aree di intervento «qualora le possibilità tecniche in relazione alla tempistica di candidatura prevista dai decreti lo consentano», proprio nei quartieri Cocuzzo e Murate-Pagliarelle. Alla fine, però, nella delibera pubblicata sull'albo pretorio il 16 marzo scorso, l'unica area candidata al finanziamento risulta essere quella di Bucaletto. Come mai? Lo abbiamo chiesto all'asses sore Vigilante. «Prima della formulazione definitiva della candidatura - spiega Vigilante - abbiamo avuto un incontro con la Giunta Regionale con la quale stiamo lavorando in sinergia, ed abbiamo deciso di puntare ancora su Bucaletto ed in particolare su alcune linee di recupero che non avevano ancora copertura economica. Per quanto riguarda gli altri interventi su Bucaletto, se per il Bando Città qualcosa si è sbloccato, per il bando Periferie i finanziamenti sono diventati a rendiconto. Ciò significano ulteriori difficoltà per un comune appena uscito dal dissesto come il nostro. Il bando "Qua lità dell'abitare", comunque, non sarà in sovrapposizione agli altri, perché si interviene sull'armatura urbana, ovvero strade, aree verdi e piste ciclabili, oltre ad un progetto di teleriscaldamento per abbattere le emissioni di Co2, che è il filo conduttore del bando in questione». E Cocuzzo e Murate, con la zona di Pagliarelle sempre in cerca di riqualificazione? «Sarebbe stato oltremodo difficile approntare progetti approfonditi per la riqualificazione anche di questi due quartieri nel bando sulla qualità dell'abitare - spiega Vigilante - ma le esigenze anche di questi cittadini sono ben presenti nella nostra agenda, tanto che stiamo già lavorando ad un nuovo bando in scadenza a giugno e che ha come tema l'indice di vulnerabilità sociale».

Foto: QUARTIERI Bucaletto [foto Tony Vece]