scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
26/09/2020

LA POLEMICA Durissimo scontro sull’assistenza agli…

Il Messaggero

LA POLEMICA
Durissimo scontro sull'assistenza agli studenti disabili, tra la Cgil, la Sinistra giovanile e il sindaco Pierluigi Biondi. «Ieri è stato il primo giorno di scuola e per oltre cento studenti, i più fragili di tutti, il Comune ha garantito l'erogazione del servizio di assistenza scolastica per l'autonomia e la comunicazione dei diversamente abili». Lo affermano Francesco Marrelli e Anthony Pasqualone rispettivamente segretari provinciali di Cgil e Fp-Cgil, visto che «l'amministrazione comunale ha affidato la gestione del servizio al raggruppamento temporaneo società cooperativa Pars Olus e società cooperativa Medihospes, le quali avrebbero dovuto, una volta assunti i dipendenti della cooperativa che ha concluso il contratto, garantire l'assistenza a questi studenti. Senza questo servizio ha causato grandi disagi ai ragazzi interessati, alle loro famiglie, al personale scolastico e, noi per ultimo, ai 75 lavoratori addetti al servizio che sono rimasti a casa».
Mentre la Cgil è pronta a interessare le autorità competenti per garantire la ripresa delle attività didattiche a tutela dei bambini e dei lavoratori che sono a braccia conserte, la Sinistra giovanile chiede che «domani (oggi per chi legge, ndr) sia fornito il servizio altrimenti è d'obbligo le dimissioni degli assessori competenti, evidentemente incapaci di fare il loro lavoro. Non accettiamo quanto accaduto. Forse la maggioranza è troppa presa dai problemi interni tra Lega e Fratelli d'Italia?».
Il sindaco Pierluigi Biondi ha subito replicato: «Ci scusiamo con le famiglie interessate dal disagio. Una situazione incresciosa e subito risolta: ho seguito le procedure finalizzate alla proroga nei confronti di chi gestisce il servizio, in attesa del subentro del nuovo affidatario. Ho dato mandato al segretario generale di verificare eventuali inadempienze dell'apparato dirigenziale e amministrativo comunale: se queste venissero accertate saranno sanzionate in maniera esemplare. Allo stesso modo, così come non sono tollerabili simili leggerezze, è inaccettabile lo sciacallaggio attuato dalla Cgil sui ragazzi disabili, considerato che mercoledì avevo fatto sapere al sindacato che il problema sarebbe stato superato e che lo stesso, per quanto deprecabile, già da oggi (ieri per chi legge, ndr) sarebbe stato archiviato».
Ma la Cgil non è d'accordo. «Chiariamo che non c'è stata alcuna interlocuzione tra il sindaco e noi - dichiarano Marrelli e Pasqualone -. Solo nel pomeriggio di ieri, guardando l'albo pretorio, abbiamo letto della proroga del servizio al precedente gestore: una soluzione che desta più di qualche perplessità viste le previsioni normative contenute nel codice degli appalti. Il tutto ieri ad attività didattiche iniziate. Si evince poi che il Comune ha certificato una interruzione di servizio pubblico. Facciamo notare al sindaco che alla Cgil si sono rivolti sia i familiari degli studenti, ai quali non è stato garantito un loro diritto, sia i lavoratori che non hanno ripreso l'attività».
Stefano Castellani
© RIPRODUZIONE RISERVATA