scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
04/02/2021

La poesia che si vede

Corriere Adriatico

Il festival Primo concorso nazionale ad Ancona nell'ambito di Corto Dorico Intitolato a Franco Scataglini, verrà presentato alla Mole dal 24 al 26 marzo
Amate la poesia e l'immagine in movimento? Datevi una mossa, dimostrate quel che valete. È disponibile il bando per partecipare alla prima edizione del concorso nazionale di videopoesia La poesia che si vede, che si svolgerà ad Ancona dal 24 al 26 marzo. Il concorso è una filiazione del festival di poesia La Punta della Lingua e del festival di cinema Corto Dorico, e proprio all'interno di quest'ultimo sarà presentato presso la Mole Vanvitelliana.
Le tendenze
La poesia che si vede si propone di indagare il mondo italiano della videopoesia, le sue voci, le tendenze. Il concorso intende ricercare, promuovere e sostenere nuovi sguardi, poetiche innovative, inedite visioni. Dal testo cinetico al testo sonoro, dal testo visivo alla performance filmata, la videopoesia, per La poesia che si vede, è poesia totale, senza discriminazioni di genere o formato. Una giuria composta da esperti di cinema e di poesia attribuirà al vincitore il premio intitolato a Franco Scataglini: il poeta che nel Novecento ha saputo proiettare Ancona al centro del mondo della poesia italiana per capacità formale e visionaria. L'impresa creativa senza scopo di lucro Nie Wiem aps, che organizza i festival Corto Dorico e La Punta della Lingua, si occupa di videopoesia fin dal 2007, quando presentò una prima selezione di opere videopoetiche in collaborazione con Doctorclip e Romapoesia. Nel 2020, Nie Wiem ha iniziato a produrre videopoesie originali, la prima dedicata a L'infinito leopardiano e realizzata dal maestro dell'animazione Simone Massi: è stata proiettata in tutto il mondo.
Il bando
Come partecipare al bando. Ogni autore potrà concorrere con un massimo di due videopoesie. Ogni lavoro dovrà avere durata non superiore ai 20' titoli compresi, dovrà essere stata completata dopo il primo gennaio 2016 e non dovrà essere assimilabile a filmati pubblicitari o industriali. La partecipazione al concorso richiede una quota di iscrizione pari a 6 euro, che si decida di inviare due videopoesie o una soltanto. Le opere dovranno essere consegnate entro e non oltre le ore 24 del 28 febbraio ai seguenti link. 1) Filmfreeway.com/Cortodorico-LaPoesiaCheSiVede. 2) Festhome.com/f/6333/0. Tra tutte le videopoesie pervenute, il comitato artistico ne selezionerà un numero ristretto. Saranno presentate al pubblico nelle serate del 24 e 25 marzo. Il primo premio sarà annunciato durante la serata del 25 marzo, dopo la proiezione dei lavori finalisti e compatibilmente con le normative anticovid in vigore in quella data. Il premio ammonterà a 500 euro. Il 26 marzo, a conclusione del concorso, sono previste proiezioni di anteprime e ulteriori contenuti inediti. Le informazioni dettagliate per scaricare il bando e partecipare al concorso le trovate sul sito del festival, Cortodorico.it. La Poesia che si vede è organizzato da Nie Wiem in collaborazione con la Regione Marche e il Comune di Ancona. Ricordiamo che l'edizione numero diciassette del Corto Dorico Film Fest si svolgerà ad Ancona dal 20 al 28 marzo. In presenza, e che il virus non rompa.
Giovanni Guidi Buffarini
© RIPRODUZIONE RISERVATA