scarica l'app
MENU
Chiudi
29/06/2019

«La piscina non chiude Dalla Cgil solo bugie»

QN - La Nazione

LA REPLICA LATROFA: «IL BANDO USCIRA' A GIORNI»
«LA PISCINA comunale non chiude e il bando per l'affidamento in gestione dell'impianto sportivo è pronto e sarà pubblicato la prossima settimana. Quelle della Cgil sono bugie e il segretario della categoria Slc, Massimo Basilei, lo sa bene visto che l'ho incontrato pochi giorni fa e l'ho messo al corrente dell'iter che stavamo seguendo». Così l'assessore ai lavori pubblici, con delega agli impianti sportivi, Raffaele Latrofa, replica alle preoccupazioni del sindacato sul futuro dei lavoratori e dell'impianto. «Abbiamo ascoltato e raccolto le indicazioni relative alla situazione dei lavoratori - spiega Latrofa - e non è corretto anticipare i contenuti di un bando pubblico che non è ancora uscito. Se quando sarà stato pubblicato al sindacato non piacerà potrà trarre le sue conclusioni, ma dire che il bando non c'è e che così la piscina rischia di chiudere è una bugia». Latrofa aggiunge che si è sempre battuto fin da quando sedeva all'opposizione della precedente giunta di centrosinistra «contro il reiterare le assegnazioni temporaneo e ho introdotto, come non accadeva da troppi anni a Pisa, la regola del bando pubblico per gli affidamenti, se questo non piace a qualcuno pazienza, questa è la nostra politica: si fanno i bandi e li vinceranno coloro che faranno le offerte migliori». «In questo primo anno di governo - dice l'assessore - lo abbiamo già fatto con altri impianti e continueremo a farlo anche in futuro. E' una precisa scelta politica e di trasparenza». «Chi invece crede di uscire sui giornali - attacca Latrofa - raccontando frottole per cercare di dettare la linea sulla scrittura di questi stessi bandi con me ha sbagliato interlocutore. Il bando uscirà nei prossimi giorni, in largo anticipo rispetto alla scadenza del contratto di gestione in mano alla Canottieri Arno, che avrà tutto il tempo per fare le proprie valutazioni, così come tutti gli altri eventuali pretendenti. Ma un messaggio chiaro ai cittadini lo voglio mandare: il Comune non vuole chiudere la piscina, vuole gestirla con bandi regolari e non con il vecchio sistema utilizzato finora». Gab. Mas.