scarica l'app
MENU
Chiudi
08/10/2020

La linea dei sindacati: sostenibilità e ambiente

Corriere del Trentino

Trecento delegati si riuniranno a Besenello. Grosselli (Cgil): «Serve un Trentino più coeso»
Tutto il mondo dei sindacati trentini si riunirà per provare a tracciare la rotta non dei prossimi mesi ma dei prossimi anni. Questa è la sfida che hanno presentato i segretari di Cgil Cisl e Uil durante una conferenza stampa nella giornata di ieri. Trecento delegati sotto lo stesso tetto (la Fly Music Arena di Besenello) nel rispetto più assoluto delle norme sanitarie con un obiettivo: trovare una strategia comune da presentare alla Provincia per provare a uscire dalla crisi Covid tutelando il lavoro e l'ambiente. «L'idea di fondo è quella di chiedere ai lavoratori e alle lavoratrici idee e proposte, a partire da una canovaccio comune, con l'obiettivo di portare una proposta unica da discutere con tutti i soggetti della nostra comunità: dalle associazioni datoriali, al terzo settore, passando per gli enti locali». La voce è quella di Andrea Grosselli, segretario della Cgil Trentina che aggiunge: «Il nostro obiettivo è un trentino più coeso ed efficace, più produttivo ma anche più responsabile dal punto di vista ambientale». L'obiettivo di questa riunione, nelle parole del segretario della Uil Michele Bezzi, è «forgiare l'idea del Trentino del domani: con la sostenibilità economica e il miglioramento del territorio a livello naturalistico». Tutti i segretari presenti hanno sottolineato la necessità di guardare oltre l'emergenza e iniziare ad immaginare un futuro per l'Italia non più di mese in mese ma per i prossimi anni. «Serve una semplificazione reale per quanto riguarda la nostra amministrazione: è fondamentale ripensare il sistema degli appalti che vengono sistematicamente vinti da imprese che arrivano da fuori». Come finanziare queste proposte lo spiega il segretario della Uil Walter Alotti: «La giunta deve comunicare come intenderà gestire i 165 milioni che arrivano da Roma. Ci sono stati dei contatti con Confindustria e le associazioni dei datori di lavoro in cui sono stati annunciati ulteriori spostamenti di bilancio a favore di queste categorie. Noi chiediamo che le nostre richieste vengano ascoltate sia rispetto alle politiche del lavoro sia a possibili benefici per le famiglie. Chiediamo di attenuare l'addizionale Irpef per far si che pensionati e persone a basso reddito abbiano a disposizione maggiori risorse per i consumi». Ri. Li

L'idea

● Trecento delegati si riuniranno alla Fly Music Arena di Besenello con l'obiettivo di presentare una strategia comune alla Provincia per uscire dalla crisi ● Si punta su sostenibilità e ambiente

Foto: lotti (Uil) È fondamentale ripensare il sistema degli appalti pubblici


Foto: Uniti I tre segretari di Uil, Cisl e Cgil, Walter Alotti, Michele Bezzi e e Andrea Grosselli