scarica l'app
MENU
Chiudi
11/02/2020

La Lega invoca una nuova vita per gli impianti sportivi

Gazzetta del Sud

Catanzaro P rovinc ia Chiaravalle, critiche al sindaco sulla gestione dei bandi peri campi di calcioe di tennis
Il consigliere Garieri: «Bisogna fare di più per attrarre investitori»
Vincenzo Iozzo CHIAR AVALLE Gestione strutture sportive di via Foresta, ritorno al passato.È quello che sostiene il consigliere comunale Sergio Garieri esponente della Lega di Matteo Salvini che, per quanto riguarda la pubblicazione del bando per la gestione del campo di calcettoe tennis, ha espresso forti critiche su quella sorta di" copia ed incolla" confezionata dagli uffici competenti che ancora una volta hanno dimostrato di «rendere poco appetibile»l' offerta dell' amministrazione comunale guidata da sindaco Domenico Donato nella quale Sergio Garieri sinoa qualche mese addietro aveva ricoperto la carica di assessore allo Sporte adesso in Consiglio senza alcunché di deleghe. Per il leghista si tratta di una" rivisit azione" di quelle che erano le proposte, sempre attraverso bandi perl' affidamento della struttura polivalente ad imprese private, oppure ad associazioni sportive. Attività che siè esaurita con la parentesi dell' associazione " Sat urno" che aveva avutol' affidamento dei campetti sotto la gestione commissariare. Poi una serie di pubblicazioni con un paio di esperimenti andatia vuoto, adesso, la riproposta. «Intanto- esordisce Sergio Garieri-è stato opportunol' intervento della Lega da queste colonne che aveval' obiettivo di sollecitare al sindaco Domenico Donato una decisione su quello che dovrà essere il futuro delle strutture sportive. Mi riferiscono al comunale" F. Maella re" affidato al Chiaravalle calcio che gioca in Prima categoria calabrese e, adesso, al polivalente. Nulla da eccepire sotto il profilo tecnicoe giuridico del bando che richiama la normativa vigente, ma dopo oltre un annoe mezzo di gestazione con la pratica finita in qualche cassetto ci saremmo aspettati un salto di qualità per quanto riguarda la gestione. Invece, la percezione avutaè quella che il bando sia stato buttato lì, quasi per una sorta di dovered' ufficio senza alcuna attrattiva». Comeè facile intuire si tratta di un argomento squisitamente politico. Adesso, sempre per Sergio Garieri, si tratta di rendere la proposta del Comune" appet ibile" per quanti hanno in mente di rilanciarel' attività sportivae le attività ludico ricreative appannaggio, ovviamente, dei tanti giovani chiaravallesi che, per poter godere di qualche ora di attività sportiva si dovevano recare in impianti dei paesi vicinori. Cesata la parentesi meramente"p romiscua" di questi ultimi mesi per Sergio Garieri, sarebbe opportuno parlare in maniera concreta di rilancio dello sporte di opportunità da rendere ai giovaniea quanti frequentano la scuola, attraverso una struttura, quella di" Foresta" che merita di essere adeguatamente rilanciata e riqualificata in un settore dove per mancanza di impianti pubblici è venutoa mancarel' interesse da parte dei fruitori. «Il bando di per sé non dice nulla- chiude Sergio Garieri- mi auguro come componente del Consiglio comunale che ci siano buone proposte dove possano emergere qualità in termini di attività organizzativa, di miglioramenti da effettuare alla struttura.L' offerta economica potrebbe essere posta in secondo piano, rispetto agli interessi generali appannaggio della collettività».

Foto: Leghista Sergio Garieri, esponente del Carroccio di Chiaravalle