scarica l'app
MENU
Chiudi
29/09/2020

La galleria di Omegna mette tutti d’accordo Ma i soldi non ci sono

La Stampa - VINCENZO AMATO

il tunnel della tangenziale è chiuso da due anni
Riunione in Comune con Provincia e parlamentari L'unica speranza è che Anas acceleri i tempi
OMEGNA Tutti presenti stavolta a Omegna all'incontro sul futuro della galleria Borca-Verta chiusa da anni. Al tavolo di lavoro promosso dall'amministrazione comunale erano presenti oltre ai capigruppo di Omegna il presidente della Provincia Arturo Lincio e il vice Rino Porini, i parlamentari Alberto Gusmeroli, Enrico Borghi, Mirella Cristina, Enrico Montani, l'europarlamentare Alessandro Panza e il consigliere regionale Alberto Preioni. «E' un passo importante che apre un capitolo nuovo sul problema della galleria di Omegna - dice il sindaco Paolo Marchioni - perché erano tutti presenti: abbiamo fatto il punto sulla situazione sia sulle prospettive, sia sulle opere da fare». «Siamo soddisfatti per come è andato l'incontro e per gli impegni presi - dicono Arturo Lincio e Rino Porini -, noi non abbiamo mai abbassato la guardia e siamo sempre stati attivi sul problema e in modo particolare sulla galleria di Omegna che ha messo in crisi il traffico del Cusio. Al tavolo abbiamo elencato tutti i passi compiuti sia a livello ministeriale che regionale dimostrando come in questi anni non sia stato tralasciato nessun aspetto». Le speranze, ma questo si sapeva già, stanno in Anas che dovrebbe acquisire non solo la galleria di Omegna, ma tutta la 229. Lo sottolinea Mirella Cristina: «Nessuna controindicazione dal ministero delle Infrastrutture e da Anas, come da decreto di fine gennaio la situazione è simile a quella della galleria di Montecrevola dove è previsto un investimento di 19 milioni di euro». La firma da parte di Anas per l'acquisizione della galleria di Omegna e della strada regionale 229 dovrebbe avvenire entro ottobre. Poi inizierebbe il secondo passaggio: progettazione ed esecuzione dei lavori. «Abbiamo gettato le basi per la soluzione di questo annoso problema - dice Enrico Borghi -, il nodo chiave ora è la formalizzazione del passaggio ad Anas dell'infrastruttura. Poi sono certo che troveremo le risorse per mettere a norma l'intera galleria evitando soluzioni raffazzonate». Realista il senatore Enrico Montani: «I tempi per l'intervento non saranno brevi, ho il rammarico che, quando come Lega avevamo proposto di sospendere il codice degli appalti, l'attuale maggioranza ha votato contro. Il modello Genova ci insegna: è stato fatto tutto in due anni e sarebbe bello poterlo applicare anche su galleria di Omegna e statali 34 e 337 della valle Vigezzo. Invece si segue l'iter di sempre, che vorrà dire tempi lunghi». -

Foto: Il blocco stradale poco prim a della galleria della Verta