scarica l'app
MENU
Chiudi
18/06/2019

La «gabbia dei leoni» diventa la palestra di tutti a cielo aperto

La Gazzetta Del Mezzogiorno

ADELFIA NELLA «VILLA» DEL RIONE MONTRONE SONO STATI INAUGURATI CAMPI SPORTIVI ATTREZZATI AL SERVIZIO DELLA COLLETTIVITÀ
Il Comune intercetta un finanziamento di 400mila euro dall'ex Provincia
VALENTINO SGARAMELLA l ADELFIA. La «gabbia dei leoni» in piazza Trieste, nel rione Montrone, finalmente è rimessa a nuovo. Lo spazio prevalentemente riservato a strutture e attrezzature sportive è stato inaugurato qualche giorno fa dal sindaco, Giuseppe Cosola, e dall'amministrazione comunale. «È un progetto scovato dal consigliere delegato allo Sport, Natale Macchia - spiega il sindaco -, che ha scoperto l'esistenza di un bando della Città metropolitana grazie al quale si ottenevano finanziamenti». L'iter procedurale è stato avviato dall'ex assessore ai Lavori pubblici, l'ingegnere Antonio Tribuzio. Poi il lavoro è proseguito con il successore, Giovanni Levante. «Il finanziamento da parte della Città metropolitana ammonta a circa 400mila euro. Nella gara il nostro Comune si è classificato al quinto posto. Il bando era riservato alle aree destinate a strutture sportive o di accoglienza per i ragazzi. Siamo riusciti a ottenere questo finanziamento e a condurlo in porto molto velocemente - prosegue Cosola -. Ci sono un campo di calcetto e uno di basket, una struttura di contenimento cittadino in un'area nella quale le associazioni potranno svolgere qualunque tipo di evento o manifestazione. Completeremo con la pubblica illuminazione nell'adiacente parco Baden Powell», fa sapere. Un restyling da tempo atteso, questo della cosiddetta «gabbia dei leoni». Nome curioso attribuito nel lontano 1971. Il Comune era guidato dal sindaco Lorenzo Angiuli che per primo deliberò la trasformazione di un'aia pubblica ivi esistente in una nuova villa comunale recintata. Proprio il recinto metallico si narra fosse così alto che gli avversari politici affibbiarono al luogo il soprannome di «gabbia dei leoni». L'amministrazione precedente alla attuale, guidata da Vito Antonacci, tentò di avviare la riqualificazione di questo spazio degradato. Per piazza Trieste fu presentato un bando per realizzare un anfiteatro e un esercizio commerciale, ma purtroppo la gara andò deserta. Presumibilmente i privati non accolsero l'invito perché l'investimento era oneroso, circa 360mila euro. L'amministrazione tentò così una riqualificazione utilizzando 74mila euro da fondi di bilancio progettando giostrine e panchine nuove, nuovi arredi urbani e protezione con la messa in sicurezza dell'area con tappetini antitrauma; ancora, la demolizione di un immobile non autorizzato, la sistemazione di tutte le aree verdi, con piantumazione di nuovi alberi e risistemazione del verde esistente. L'altra sera, quindi, il sindaco Giuseppe Cosola ha potuto inaugurare le strutture nuove grazie all'arrivo di 400mila euro di finanziamenti dall'ex Provincia di Bari. Insomma è stata rinascita a nuova vita per la cosiddetta «gabbia dei leoni» del rione Montrone, quello che si trova a Est della cittadina, contrapposto al più popoloso Canneto.

Foto: AL RIONE MONTRONE L'inaugurazione delle strutture sportive