MENU
Chiudi
13/09/2018

La facciata che si sgretola, la pioggia che filtra…

La Nuova Sardegna

La facciata che si sgretola, la pioggia che filtra dal soffitto, i bagni fuori uso e gli arredi sbilenchi e fuori norma, vecchi di venticinque anni. Il palazzo di giustizia di Tempio cade a pezzi. L'ingresso transennato ormai da mesi non lascia spazio a interpretazioni.Il ministero ha già disposto la copertura finanziaria per il rifacimento della facciata: 200mila euro. Si attende la gara d'appalto europea. Su 16 bagni, nel palazzo di giustizia tempiese, ne funzionano solo quattro. I servizi igienici saranno rifatti. A disposizione, ci sono 50mila euro. Saranno rinnovati, infine, gli arredi degli uffici: l'ultima fornitura risale a ben 25 anni fa. Delegato per la gara d'appalto è lo stesso presidente del tribunale Giuseppe Magliulo. Il finanziamento è di 130mila euro. È possibile che i nuovi acquisti arrivino a destinazione entro l'anno.Ma non è solo l'edificio ad accusare problemi. Nell'attività di controllo, riorganizzazione e programmazione del lavoro portato avanti in questi mesi dal presidente del tribunale, sono sbucati scatoloni con fascicoli non evasi, e poi sentenze di merito (condanna o assoluzione) alle quali non è stata data esecuzione, decreti penali da emettere. Magliulo ha sollecitato la visita degli ispettori del ministero della Giustizia per una verifica accurata sul funzionamento degli uffici giudiziari galluresi: saranno a Tempio dal 13 novembre e 4 dicembre e l'ispezione riguarderà anche la Procura.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore