scarica l'app
MENU
Chiudi
30/06/2020

«La crisi è appena iniziata Gli interventi vanno mirati»

Il Giornale di Vicenza

LA REPLICA. L'assessore al Bilancio Marin: «Collaborazione totale»
«Non è giusto paragonare gli altri Comuni alla nostra realtà assai più complessa I contributi non risolvono»
Massima collaborazione con i commercianti ma anche lungimiranza nell'erogazione dei fondi perché la crisi economica è appena iniziata. È questa la politica dell'assessorato al bilancio di Bassano, capitanato dal vicesindaco Roberto Marin. Il quale non alimenta la polemica ma manda segnali di dialogo e apertura.«Ovviamente si può fare sempre meglio e di più, e per questo quindi ringrazio i commercianti per la loro attenzione - riferisce Marin -. Ma gli stessi commercianti conoscono gli interventi che questa Amministrazione ha già messo in campo, a partire da quelli sulle imposte minori locali, come l'imposta di soggiorno, l'imposta pubblicità e il Canone Cosap, che sono costati oltre 300 mila euro. Abbiamo inoltre sbloccato subito l'occupazione del suolo pubblico, prima dell'intervento governativo».Marin rammenta inoltre che per la fase emergenziale sono stati messi in campo altri 750mila euro, sempre per i primi interventi. Sul tema specifico dei bandi per le imprese dei Comuni vicini, Marin spiega però che è necessario fare dei distinguo, perché Bassano ha ovviamente dimensioni maggiori e problemi più complessi. Inoltre, i bandi emessi dagli altri Comuni sono molto specifici e quindi per avervi accesso le aziende devono avere dei requisiti altrettanto specifici.«Ovviamente apprezzo gli interventi fatti dai Comuni limitrofi - precisa Marin - ma i loro bandi sono molto dettagliati e riguardano solo un certo tipo di imprese. Inoltre, bisogna considerare anche il numero di aziende che abbiamo noi». La linea bassanese deve quindi necessariamente tener conto delle dimensioni del tessuto economico e sociale cittadino, e di questo l'assessore ha già parlato a categorie e sindacati, anche ieri mattina in un nuovo incontro.«Contributi per pochi euro alle attività non sanano una crisi economica che è alle porte: non è una strategia assolutamente risolutiva - dice -. Noi abbiamo adottato una scelta diversa, con interventi mirati che danno una risposta concreta e specifica e che sono complementari agli aiuti regionali e statali. Dobbiamo tenere le risorse pronte per tutto il tessuto sociale bassanese, come abbiamo scelto di fare con la nostra politica sull'avanzo di amministrazione».Tra le altre azioni messe in campo dall'Amministrazione di Bassano, ce n'è una che riguarda gli affitti. «Attueremo una riduzione importante dell'Imu sulle attività economiche - chiude Marin - qualora vi sia un accordo tra locatore e locatario per la riduzione degli affitti per almeno sei mesi». © RIPRODUZIONE RISERVATA