scarica l'app
MENU
Chiudi
05/05/2020

La città, gli scenari

Il Mattino

RIPARTONO I CANTIERI IL VIA RIGUARDA I GIARDINI PICCINATO E L'ARREDO URBANO SUL CORSO GARIBALDI E IN PIAZZA VARI
LA MOBILITÀ
Gianni De Blasio
Via all'apertura degli svincoli sulla Telesina, all'altezza di contrada Roseto e dell'area industriale di contrada Olivola. L'Anas, i cui tecnici avevano effettuato il sopralluogo conclusivo assieme ai colleghi del Comune di Benevento, ha preannunciato al sindaco Mastella di aver sottoscritto l'autorizzazione tecnica, pregiudiziale alla messa in esercizio dei raccordi. Nel corso della prossima settimana, perverrà all'Ente la comunicazione ufficiale, dopodiché non resta che rimuovere la barriera di new jersey per consentire l'accesso alla Telesina: due in direzione Caianello/Campobasso, l'altro verso il capoluogo.
IL CEDIMENTO
Per la precisione, il progetto realizzato dal Comune (Rup e direttore dei lavori Giuseppe Soreca, che ha ereditato questo secondo compito dall'ingegnere Antonio De Gennaro) ha riguardato la costruzione di quattro rampe di raccordo, e non tre, tra le viabilità complanari e la Statale 372. Per ogni direttrice di marcia era prevista una rampa di immissione e una di uscita dalla superstrada sulla complanare parallela. «Ma, su uno dei due svincoli realizzati in direzione Benevento rileva l'assessore ai lavori pubblici Mario Pasquariello -, si è avuto un cedimento del muro sottostante, il che preclude, per ora, l'apertura di questo svincolo».
In quanto ai tempi, rispetto al cronoprogramma immaginato, si registra un po' di ritardo: «Abbiamo dovuto adeguarci dice Pasquariello - alle norme connesse alla promozione del raccordo che ha cambiato classificazione, ora di classe superiore rispetto al progetto originario che lo prevedeva di seconda categoria, quindi con corsie di accelerazione più ridotte e altri obblighi. Ringrazio anche i tecnici dell'Anas per il contributo nel superare gli ostacoli».
La presenza dei tre svincoli consentirà il collegamento immediato della viabilità secondaria, al servizio delle contrade, con la viabilità principale della Benevento-Caianello. Si verrà a eliminare l'attuale disagio degli automobilisti e, soprattutto, dei camionisti che devono necessariamente uscire in corrispondenza della Rotonda dei Pentri e, nell'altra direzione, allo svincolo con la strada Fondovalle Tammaro.
LO SBLOCCO
Con il Dpcm del 26 aprile, è stata consentita la riapertura, a partire da domani, dei cantieri edili, ovviamente rispettando il protocollo di sicurezza sanitari. Il dirigente ai Lavori pubblici, Maurizio Perlingieri, invierà nella mattinata di domani una comunicazione alle imprese appaltatrici.
In particolare, i lavori di avvio immediato riguardano i Giardini Piccinato, con eliminazione del rischio di crollo del muro (impresa Demal), nuovo arredo urbano al corso Garibaldi e piazza Vari (Consorzio Ganosis), il progetto di «Completamento del Parco Verde», (area degli antichi mulini) si propone di recuperare la «Fontana dell'Abbazia» e l' «Arena», lavori previsti in progetto avviati ben diciotto anni fa (l'impasse si è sbloccata dopo l'accordo transattivo stipulato con la ditta Ediltecnica). Potrebbe aprire pure il cantiere per la riqualificazione dei percorsi pedonali, l'eliminazione delle barriere architettoniche e le riparazioni localizzate del manto stradale in viale Atlantici, a Pacevecchia e strade limitrofe per un importo complessivo di 400mila euro (impresa Vicos), ma c'è da definire prima la questione pini con la Soprintendenza.
Intanto, sono state avviate le procedure per la contrattualizzazione dell'appalto per l'illuminazione artistica della villa comunale, per il Circolo del tennis c'è da stipulare il contratto con la ditta Edilmsars ma, soprattutto, è stato avviato l'iter relativo alla gara d'appalto per i lavori del Malies. Prossimo pure l'intervento di ristrutturazione dell'auditorium della Spina Verde; dal 15 maggio, infine, riprende il decorso dei termini per l'appalto della strada Benevento-Pietrelcina denominata «Il cammino della pace e della riconciliazione».
© RIPRODUZIONE RISERVATA