scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/02/2021

La Capitaneria ha messo in gara il servizio di rimorchio in porto

La Stampa

LA CONCESSIONE AVRà UNA DURATA DI 15 anni
Si tratta di un bando europeo per garantire l'attività di Savona e Vado
Va in gara la concessione del servizio di rimorchio nei porti di Savona e Vado Ligure. La Capitaneria di Porto di Savona è la prima in Italia a indire il bando europeo. La concessione è scaduta nel 2018, ma solo nel 2019 sono state definite le linee guida che coniugano il nuovo Codice dei Contratti Pubblici con il codice della navigazione, poi l'emergenza Covid ha rallentato l'iter. La procedura si è rivelata complessa anche per l'avvio operativo della nuova piattaforma Apm di Vado Ligure che ha richiesto, in assenza di dati strutturali di riferimento, la necessità di prefigurare l'organizzazione del servizio sulle previsioni ed esigenze dei nuovi traffici e delle tipologie di navi in arrivo nei prossimi anni. Come spiega il Capitano di fregata Giuseppe Cannarile, Responsabile Unico del Procedimento, è stata inoltrata la richiesta di pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea, che lo farà entro 5 giorni. Sarà possibile presentare domanda di partecipazione entro il 45° giorno dalla data di pubblicazione. Non si può quindi entrare maggiormente nel merito di requisiti e cifre perché «tutti devono avere le stesse condizioni di partecipazione - dice Cannarile . Ritengo che questo bando garantisca la massima trasparenza e partecipazione. La concessione sarà di 15 anni, in modo da ammortizzare gli investimenti, periodo prorogabile solo per motivi giustificati». In ogni caso, il servizio, sottolineano in Capitaneria, «dovrà soddisfare i requisiti di sicurezza in un contesto operativo e commerciale qual è quello di Savona e Vado Ligure, caratterizzato da spiccata eterogeneità dei traffici, crociere, prodotti petroliferi, auto, containers, granaglie, cemento, carbone, frutta». Dovrà essere quindi «un servizio di rimorchio capace di rispondere a tutte le esigenze commerciali dei due porti e articolato sulla massima flessibilità d'impiego delle risorse, per assicurare il ciclo commerciale di entrambi i porti in simultanea e senza ritardi». Tenendo conto anche che Savona è home port di Costa Crociere. Salvaguardando, quindi, la competitività dello scalo.La tempistica della scelta finale si profila entro l'anno. ALE.PIE . - © RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto: Per il servizio di rimorchio in porto la Capitaneria ha bandito la prima gara ad evidenza europea