scarica l'app
MENU
Chiudi
03/03/2019

La caccia al corso migliore degli aspiranti Navigator ma il bando ancora non c’è

La Repubblica - VALERIA STRAMBI

Il fenomeno
, pagina IV Tutti vogliono fare il lavoro che non c'è. E, tutti, sono già pronti a insegnarlo. In attesa che l'Anpal (l'Agenzia nazionale politiche attive lavoro) pubblichi il bando per reclutare i seimila 'navigator' promessi dal vicepremier Luigi Di Maio, si moltiplicano i corsi che assicurano di fornire agli aspiranti candidati gli strumenti per imparare il mestiere. Basta sborsare 500 euro e investire 8 ore del proprio tempo ed è fatta: a quel punto si avranno le competenze richieste per superare il test e aiutare i beneficiari del reddito di cittadinanza a trovare un impiego. Chi, poi, avesse a disposizione un budget più alto, può anche dedicarsi a una full immersion di tre giorni al costo di 1.800 euro. Ma quanto sono affidabili questi corsi? E, soprattutto, quanto conviene svuotare il portafoglio e prepararsi a un test di cui ancora non si conoscono le prove e i requisiti di partecipazione? A sollevare questi dubbi è la Cgil della Toscana, che mette in guardia da eventuali truffe. «Fate molta attenzione alle offerte formative perché in giro ci sono agenzie fantasma che prendono soldi e scappano, senza dare la preparazione che millantano - è l'allarme di Mirko Lami, segretario Cgil Toscana con delega al mercato del lavoro - In questi giorni abbiamo ricevuto decine di telefonate di giovani preoccupati di essere stati presi in giro».
Il mondo del web è già pieno di offerte. La onlus Pratika, ad esempio, mette a disposizione due opzioni: un corso online di cinque moduli al costo di 250 euro e un seminario su "Come superare il colloquio per la selezione dei navigator" a 200 euro. Se poi i candidati decidono di iscriversi al corso di "Tecnico dell'analisi dei fabbisogni individuali" pagando 2.500 euro, il seminario è in omaggio. Inizialmente programmato per il 20 marzo ad Arezzo, in via dell'Ombrone, l'appuntamento è stato poi posticipato a data da destinarsi.
«Abbiamo corretto il sito e specificato che entrambi i corsi non partiranno fino a quando non sarà uscito il bando - ci tiene a precisare Martina Evangelista, direttrice di Pratika - Il nostro intento era questo fin da subito, sia chiaro. Ci occupiamo di orientamento da 20 anni e per quanto riguarda i navigator siamo stati contattati dal Movimento degli psicologi indipendenti e l'accordo era di iniziare solo dopo aver avuto tutti gli elementi intorno alla nuova figura». Se Pratika è accreditata come agenzia formativa sia al Miur che alla Regione Toscana, è proprio quest'ultima a esprimere perplessità: «Non sapevamo niente dei corsi e certo non li approviamo - dice Cristina Grieco, assessora regionale alla formazione - La figura del navigator neppure esiste nell'ordinamento italiano, figuriamoci se si può imparare in un seminario di poche ore un mestiere di cui ancora non si conoscono le caratteristiche». Grieco ricorda anche che la Regione ha fatto ricorso alla Consulta contro le procedure di assunzione: «Siamo contrari al reclutamento di precari senza la metodologia prevista dalla Costituzione. Ci impegneremo ad assumere a tempo indeterminato e il consiglio che posso dare ai giovani è di non buttare soldi. Sarà difficile che nei nostri centri per l'impiego entri personale che non ha fatto il concorso». Eppure, gli "istruttori" non si arrendono. Leonardo Evangelista, psicologo del lavoro a Empoli con all'attivo 15 anni di esperienza come formatore, propone una serie di soluzioni: "Impara a lavorare come navigator" (online, 280 euro), "La cassetta degli attrezzi dell'aspirante navigator" (tre giorni a Milano, 340 euro). Anche se lui stesso specifica: «Chi è interessato solo a diventare navigator e non ad acquisire competenze da consulente del lavoro, prima di comprare corsi di formazione è meglio che aspetti l'uscita del bando».

Foto: La promessa Il vicepremier e ministro del lavoro Luigi Di Maio ha annunciato che recluterà 6000 Navigator ma il bando non è ancora uscito