scarica l'app
MENU
Chiudi
09/06/2019

Infrastrutture e lavoro La Cgil apre il dibattito

Gazzetta del Sud

C as sano
CASSANO L' avvio dei cantieri delle opere pubbliche può dare nuova linfa vitale alla Sibaritidee alla Calabria intera. Nei giorni scorsi se neè discusso in una iniziativa organizzata da Fillea Cgil Calabria insieme alla Cgil Calabria al museo archeologico nazionale di Sibari intitolata" Infrastrutture, legalitàe lavoro per sbloccare la Calabria".L'inte ro settore, infatti, vive da anni una drammatica crisi, che in maniera violenta ha colpitoi grandi gruppi a livello nazionale, ed ancor più violentemente ha letteralmente fatto scomparire centinaia di aziende Calabresie di conseguenza generato la perdita di migliaia di posti di lavoro. In Calabria si vive in questo drammatico quadro una situazione ancor più incredibilee paradossale, le opere pubbliche, le infrastrutture, il rispristino del patrimonio edilizio pubblico nonché le necessariee non più rinviabili azioni contro il dissesto idrogeologico, sono nella stragrande maggioranza dei casi già progettatee finanziate ma purtroppo non ancora cantierizzate. Il terzo megalotto della Ss 106, gli ospedali, le ristrutturazioni antisismiche delle scuolee del patrimonio edilizio pubblico, le linee ferroviarie ad alta velocità, le grandi opere incompiute, sono da decenni una intera enorme incompiuta. «Siamo in Calabria- ha detto il segretario generale della Fillea Cgil Alessandro Genovesi- per dare un doppio messaggio. Il primoè che se vogliamo seriamente far ripartirei cantieri dobbiamo fare una politica di salvataggio delle grandi aziende. Molte delle opere non partono non perché gli appalti non sono stati assegnati ma perché le aziende che li hanno vinte sono fragili». Il secondo messaggio è che per far ripartirei cantieri servono leggi regionali. «Questi pochi mesi che ci separano dalle elezioni regionali- ha aggiunto il segretario generale della Fillea nazionale- potrebbero esserel' occasione per fare finalmente una legge regionale sugli appalti anche in grado di contrastare gli effetti nefasti del decreto sblocca cantieri». All' iniziativa promossa da Cgile Fillea,i cui lavori sono stati moderati dal segretario generale della Fillea comprensoriale, Giuseppe De Lorenzo, hanno partecipato, oltre al segretario generale nazionale della Fillea, Angelo Sposato, segretario generale della Cgil Calabria, Giuseppe Patania, direttore Itl regionale, RosannaMazzia, sindaco di Roseto Capo Spulicoe Mimmo Pappaterra, presidente del Parco del Pollino. Tutti hanno ribadito la richiesta al Governo centrale di sbloccarei cantieria partire dal terzo macrolotto della Statale106. (lu.crist .)

Foto: Infrastrutturee lavoro La Cgil chiedel' avvio dei cantieri della Ss 106