MENU
Chiudi
08/10/2018

Inclusione, una sfida da vincere

L'Arena di Verona

IL PROGETTO. La fondazione vicentina «Only The Brave» ha lanciato un bando rivolto a tutti gli enti non profit italiani
A disposizione 200mila euro, destinati alle realtà che lavorano per risolvere problematiche sociali come la violenza sulle donne
Riequilibrare l'uguaglianza sociale e investire sullo sviluppo sostenibile attraverso azioni coraggiose che possano migliorare il mondo è la missione della fondazione vicentina di Breganze, «Only The Brave» ed è anche il contenuto del bando che ha appena lanciato per festeggiare i suoi dieci anni di attività: «Brave actions for a better world».L'iniziativa è rivolta agli enti non profit italiani con l'obiettivo di ricercare progetti di inclusione sociale all'estero. La fondazione mette in palio 200mila euro complessivi in favore delle realtà che lavorano per risolvere problematiche sociali fortemente attuali, in particolare la violenza sulle donne. La fondazione vuole così sostenere le iniziative che favoriscono l'inclusione sociale attraverso attività non comuni, fuori dagli schemi.Sono chiamate a concorrere le organizzazioni non profit italiane che realizzano progetti di inclusione all'estero in uno dei due ambiti di intervento prediletti della fondazione: il campo dei minori o quello di comunità di persone, in entrambi i casi in situazione di disagio.L'attenzione verso tematiche attuali che richiedono interventi urgenti e mirati, sia a livello internazionale sia a livello locale, unita al particolare riguardo verso il mondo minorile e giovanile, ha spinto la fondazione alla scelta del tema e dei due ambiti di progettualità del bando.Partner del progetto, inoltre, è Italia non profit, la piattaforma dedicata appunto al non profit italiano. Un'organizzazione autonoma e indipendente, identificata come strumento di erogazione e accessibilità per le organizzazioni non profit, favorendo la massima partecipazione nel rispetto del criterio di completa trasparenza.Il nome del bando, che significa appunto «Azioni coraggiose per un mondo migliore» è anche lo slogan della fondazione: «Dice già molto sulla natura dei progetti che stiamo ricercando», spiega Arianna Alessi, vicepresidente della Only the brave foundation. «Tra i vari criteri di selezione, sicuramente daremo priorità a uno in particolare: il concetto di "brave". Only the brave è il motto del nostro presidente Renzo Rosso, sul quale è stato creato il gruppo di cui facciamo parte, è il nome della nostra fondazione e costituirà un elemento imprescindibile nei diversi step approvativi».La fondazione sottolinea anche la collaborazione con Italia non profit: «Ne siamo molto orgogliosi, tutti gli enti del terzo settore avranno l'opportunità di accedere al bando attraverso procedure digitali che rendono l'iter semplice, accessibile e sicuro. Infine, il fatto che vengano finanziati progetti realizzati da enti italiani all'estero, pone il bando in controtendenza rispetto a simili iniziative recentemente attivate nel terzo settore».Il bando è già aperto e sarà possibile partecipare fino al 31 ottobre prossimo. Le organizzazioni potranno presentare il loro progetto di inclusione sociale seguendo la procedura online disponibile sul sito della fondazione braveactions.italianonprofit.it.

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore