scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
17/06/2021

Incentivi per l’auto, pronti 30 milioni

Libero - MI. ROM.

La misura
L'assessore Cattaneo: «In questo modo eroghiamo risorse puntando sull'innovazione»
■ Da domani in Lombardia sarà lanciato il nuovo bando da 30 milioni per la sostituzione dei veicoli inquinanti. La conseguenza sarà: più auto nuove, meno inquinamento. Lo scorso febbraio, con successo, erano stati stanziati per lo stesso scopo 18milioni. La giunta regionale ha dunque deciso di approvare un nuovo provvedimento per integrare la misura precedente. La dotazione di 30 milioni di euro è ripartita in due linee di finanziamento: una linea da 12milioni di euro che prevede il rimborso diretto alle persone che hanno presentato domanda con il precedente bando che non hanno potuto prenotare le risorse perché già esaurite, ma nel frattempo hanno già perfezionato l'acquisto della vettura; e una linea da 18 milioni rivolta alle persone che perfezionano l'acquisto della vettura presso i concessionari abilitati, i quali anticiperanno il contributo al soggetto beneficiario e riceveranno quindi il rimborso dalla Regione. «È prevista inoltre una finestra iniziale riservata alle persone fisiche che hanno già presentato domanda sul bando precedente ma non avevano potuto prenotare le risorse per il loro esaurimento. Tale finestra sarà attiva dal 17 al 28 giugno; successivamente alla chiusura della finestra riservata, il 30 giugno la misura viene aperta a tutti gli altri soggetti in possesso dei requisiti», hanno spiegato dalla regione. «Il bando è rivolto ai residenti in Lombardia, persone fisiche, che acquistano un'autovettura di nuova immatricolazione o immatricolata successivamente al 1° gennaio 2020 e intestata a un venditore/concessionario», si legge ancora in una nota. «La Regione - spiega Attilio Fontana sta incrementando le iniziative in modo multidisciplinare per combattere l'inquinamento con metodicità». «Guardiamo al miglioramento della qualità dell'aria - aggiunge l'assessore all'Ambiente Raffaele Cattaneo - per rispondere alle esigenze dei cittadini. In attuazione del Piano regionale degli interventi per la qualità dell'aria (Pria) e dell'Accordo di bacino padano 2017». Il provvedimento è stato definito «importante e in linea con le esigenze dei cittadini» dal presidente dell'Aci di Milano Geronimo La Russa. «Come istituzioni - aggiunge - abbiamo il dovere di puntare allo sviluppo sostenibile e alla salvaguardia dell'ambiente, oltre che, ovviamente alla salute delle persone. Ciò deve avvenire, però, non con politiche a senso unico e imposizioni ideologiche che penalizzino chi guida un'auto o una moto, ma con scelte equilibrate e sensate».

Foto: Raffaele Cattaeo e Attilio Fontana (Ftg)