MENU
Chiudi
14/03/2018

Incarichi, prezzo più pesante

ItaliaOggi - Pagina a cura DI ANDREA MASCOLINI

Le novità delle Linee guida Anac sugli affi damenti dei servizi di ingegneria e architettura
Passa da 20 a 30 punti il valore dell'elemento economico
Limite massimo di 30 punti per il prezzo negli affi damenti di servizi di ingegneria e architettura; più concorrenza per gli incarichi di verifi ca dei progetti; requisito sul personale riferito soltanto ai «Full time equivalent» (Fte); limite a 10 anni per i tre progetti che il concorrente espone come prova della sua professionalità. Sono queste alcune delle novità contenute nell'aggiornamento delle linee guida dell'Autorità nazionale anticorruzione (non vincolanti) n. 1/2016 che il Consiglio ha varato con la delibera 21 febbraio 2018, n. 138, depositata in questi giorni. Il provvedimento dell'Autorità presieduta da Raffaele Cantone non è ancora in vigore perché occorrerà attendere 15 giorni dopo la pubblicazione sulla gazzetta ufficiale. La delibera adegua le linee guida che le stazioni appaltanti operanti nei settori ordinari generalmente applicano per affi dare incarichi di progettazione, direzione lavori, altri servizi tecnici, compresi quelli inerenti le verifi che dei progetti e che sono in vigore da ottobre 2016. La nuove versione contiene in particolare diverse modifiche dettate dal decreto 56/2017 (il primo decreto correttivo del codice appalti) recepisce i contenuti del Comunicato del presidente Anac del 14 dicembre 2016 (che ha inserito anche i servizi di supporto fra le referenze utilizzabili) e di altre linee guida (ad esempio le n. 4 sugli affi damenti sotto la soglia Ue dei 211.000 euro). Una delle modifi che del decreto 56/2017 che impatta sulle linee guida è quella inerente il punteggio massimo che può essere attribuito al prezzo: si passa da 20 a 30 così previsto dall'articolo 95, comma 10-bis del codice. A seguito di questa modifi ca è stato ridotto di 5 punti (da 30 a 25) il punteggio minimo attribuibile all'elemento «professionalità» e alla parte metodologica dell'offerta (con il massimo sempre fi sso a 50). Importanti novità anche per i tre progetti che i concorrenti possono presentare in gara per dimostrare (nell'offerta tecnica) la loro «professionalità», con una limitazione signifi cativa agli ultimi 10 anni. Tutto da verifi care l'impatto di questa novità soprattutto in alcuni settori dove si è intervenuti raramente (per esempio le dighe). Di rilievo anche la modifi ca introdotta per i servizi di verifi ca dei progetti per i quali la richiesta del requisito del fatturato globale non riguarda più le sole verifi che ma anche la progettazione o la direzione lavori; sempre per le verifi che, poi, si amplia l'arco temporale delle referenze dei servizi analoghi (di verifi ca ma anche di progettazione e direzione lavori), da 5 a 10 anni. In ordine ai requisiti per il personale, le nuove linee guida dispongono di fare riferimento alle «risorse a tempo pieno (Full time equivalent, Fte)» e, per le unità minime di tecnici che devono essere richieste a professionisti singoli o associati si prevede che si possano comprendere in tali unità i dipendenti, consulenti a partita Iva (sempre espressi come risorse a tempo pieno) che fanno capo al professionista o allo studio associato. Viene resa più agevole la dimostrazione della presenza del geologo nella compagine dell'offerente, facendo riferimento anche ai dipendenti e ai consulenti con partita Iva che fatturino più del 50% a favore del concorrente. Per gli affi damenti diretti (fi no a 20.000 euro) occorrerà una determina a contrarre che «in forma semplifi cata» riporti l'oggetto dell'incarico, il calcolo analitico dell'importo «ove possibile», il nominativo dell'affi datario e le motivazioni dell'affidamento e l'accertamento dei requisiti «ove richiesti». © Riproduzione riservata

Foto: Raffaele Cantone

Richiedi una prova gratuita

Compila il form per ricevere gratis e senza impegno tutte le gare profilate per il tuo settore