scarica l'app
MENU
Chiudi
27/08/2018

In vendita beni comunali per oltre 2 milioni di euro Domani è l’ultimo giorno

Il Tirreno

Terreni, poderi, una scuola Scadono i termini per partecipare al bando Tra i lotti, anche il terreno della Fondazione Il Sole grosseto
GROSSETOTerreni, poderi, aree edificabili. Scadono domani le offerte per acquistare immobili del Comune grazie a un bando che comprende 10 lotti: sono i "rami secchi" del Comune, ovvero beni non più rientranti tra le finalità istituzionali dell'ente, per un valore complessivo di 2 milioni e 300mila euro. C'è ancora un giorno di tempo per farsi avanti: l'offerta può essere presentata per uno o più lotti e il termine è proprio domani alle 12. Il bando integrale è pubblicato sull'albo pretorio del Comune, sul sito web alla sezione bandi e gare. Per info ci si può rivolgere al servizio patrimonio e partecipazioni societarie del Comune di Grosseto, in via Colombo 5 (0564 4888826). Il Comune punta a vendere beni, quasi tutti già in circolo da anni e invenduti nei precedenti bandi di gara. Nessuna novità particolarmente rilevante rispetto al passato, tranne una: è il lotto 10, una new entry. Si tratta del diritto di proprietà su un'area edificata di Grosseto, tra viale Uranio e via Cavalcanti, già concessa in diritto di superficie alla Fondazione Il Sole. Praticamente un terreno che il Comune concede da molti anni alla Fondazione e che ora ha deciso di mettere in vendita. L'aggiudicazione definitiva è subordinata all'eventuale esercizio del diritto di prelazione in favore dei soci sostenitori di Fondazione Il Sole onlus, che potrebbero dunque acquistarlo senza più pagare il diritto di superficie al Comune. Sul terreno non sono consentite forme di speculazione e ulteriori edificazioni. I lotti di punta su cui il Comune conta di realizzare cospicui introiti da destinare alle proprie finalità istituzionali sono il numero 9 (area produttiva ex Pip nord in via Cina a Grosseto, base d'asta 300mila euro), e le "ex miniere" dietro piazzetta San Michele, dietro corso Carducci: è il palazzo ex Intendenza di Finanza che sorge tra corso Carducci, piazzetta San Michele e via Goldoni, con accesso da via Goldoni civico 6 (ex sede uffici statali) e civico 8 (corte esterna esclusiva), ex proprietà dello Stato, poi diventato comunale. Qui il valore a base d'asta è di 380mila euro. Nel 2017, il valore nel vecchio bando era di 475mila euro, oggi è sceso di 100mila euro. Tornano in circolo la scuola del Madonnino a Braccagni, vicino al polo fieristico: per aggiudicarsela servono 142mila euro. A due passi dal mare, a Marina, c'è un lotto in via Bramante (623mila euro). Infine tornano i "soliti noti": il podere la Scagliata a Monte Calvello (Batignano) e terreni agricoli a Stertignano, sempre Batignano. Nell'ultimo bando il Comune riuscì a vendere l'ex circolo Enrico Boschi a Barbanella, in circolo da diverso tempo. Ora riprova. --ELISABETTA GIORGI BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI