scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
13/07/2021

In fiamme l ‘ auto di un assessore

La Gazzetta Del Mezzogiorno

SAN SEVERO DIETRO L ' ATTENTATO POTREBBE ESSERCI L ' APPALTO PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI, TRA I MESSAGGI DI SOLIDARIETA ' ANCHE LA TELEFONATA DEL SEGRETARIO DEL PD ENRICO LETTA
Forse un avvertimento a Carrabba: «Non mi piegherò a queste intimidazioni»
l SAN SEVERO. Anche il segretario nazionale del Partito democratico, Enrico Letta, lo ha chiamato al telefono per esprimergli solidarietà. Insieme a una valanga di messaggi e telefonate, anche da avversari politici e dai colleghi della giunta comunale di San Severo. Si è consumata così la giornata di Felice Carrabba, assessore alle attività produttive e all ' ambien te del Comune di San Severo nonché figlio di Raffaele Carrabba, presidente di Cia Puglia: alle 2 di ieri mattina due persone con il volto coperto e non ancora identificate hanno cosparso di liquido infiammabile la sua auto, una " Mini Cooper " , e poi hanno dato fuoco. A immortalare le sequenze dell ' «avverti mento» le telecamere di videosorveglianza posizionate in zona che hanno registrato i momenti del rogo avvenuto in vico porta Lucera, nel cuore del centro storico cittadino dove abita l ' am ministratore. Danneggiata anche l ' auto di un avvocato del tutto estraneo alla vicenda parcheggiata nei pressi. Sul posto i carabinieri ei vigili del fuoco che hanno domato le fiamme. Dietro l ' attentato Carrabba te me possa esserci il recente appalto da 6milioni di euro per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti in città. «Nei giorni scorsi - commenta - abbiamo aggiudicato un appalto per la gestione dell ' igiene pubblica definendo anche il passaggio da una società privata a un consorzio pubblico che opera nella gestione dell ' igiene pubblica. Nel capi tolato ho fatto inserire la clausola che non avrei assunto altro personale per tutta la durata dell ' appalto, cioè nei prossimi quattro anni. Questa cosa può aver dato fastidio a qualcuno». Non è la prima volta che Carrabba finisce nel mirino di qualcuno. Qualche mese fa venne minacciato da un ex dipendente della società di raccolta dei rifiuti. «Superata la preoccupazione iniziale - si sfoga l ' assessore - mi rendo conto che se oggi gettiamo la spugna la diamo vinta a loro». Non vuole arrendersi neppure il sindaco Francesco Miglio che esprime «vicinanza e solidarietà all ' amico Carrabba. Agli autori del gesto diciamo che anche se stanchi e provati, non siamo esausti, abbiamo ancora tanta energia da spendere e lo faremo fino all ' ultimo secondo del no stro mandato elettorale. Non ci fanno paura. Noi non ci fermiamo. Andiamo avanti». Tra i tanti messaggi di solidarietà anche quelli dei parlamentari Dario Stefàno, Michele Bordo, Carla Giuliano e Alfredo Bazoli, dell ' assessore re gionale al bilancio Raffaele Piemontese, del Pd di Capitanata, della Cgil Foggia, Confindustria Foggia, del Psi di San Severo e della Cia Puglia. S.SEVERO L ' incendio che ha distrutto l ' auto di Carrabba