scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
02/07/2021

In Asm la laurea in ingegneria non serve? Il bando per il nuovo dg subito rimosso

La Provincia Pavese - Sandro Barberis

Elleboro: «Un refuso, lo rifaremo». Anche Fracassi chiede di cambiare il testo, mentre opposizioni e ordine attaccano
il casoSandro Barberis / paviaGaleotto fu il bando è chi lo scrisse. Scoppia il putiferio intorno all'avviso per la ricerca del nuovo direttore generale di Asm Pavia, figura che manca da dicembre e coperta da un facente funzione. Ora Asm ne cerca uno per i prossimi tre anni. Il motivo delle polemiche sono le lauree richieste nel bando: economia, giurisprudenza o scienze politiche. Ma non ingegneria, come invece era previsto nel bando dello scorso anno. il bando sarà rifatto«Un mero errore materiale, un refuso. Ho convocato subito un cda e per rettificare l'errore: il bando sarà aperto anche agli ingegneri» assicura il presidente e amministratore delegato di Asm, Manuel Elleboro. Il sindaco Fabrizio Fracassi ieri ha spiegato che, in qualità di presidente del comitato di controllo, aveva chiesto ad Asm «di ampliare al massimo la platea di lauree tra cui scegliere il nuovo dg». Ed una volta notate invece le restrizioni il Comune «ha chiesto ad Asm di rifare il bando».Il bando originale apparso l'altro giorno sul sito ufficiale di Asm è già stato rimosso. Ma sono bastate poche ore per far deflagrare il caso. Politica in prima linea contro Asm e di riflesso contro la giunta comunale a trazione leghista di Pavia. Ma anche l'ordine degli ingegneri di Pavia ha inviato una lettera di fuoco ad Elleboro. Poche righe in punta di diritto firmate dal presidente Augusto Allegrini in cui viene sottolineato che il bando sarebbe «estremamente limitativo, se non discriminatorio nei confronti degli ingegneri» al punto da chiedere di «annullarlo e ed aprilo agli ingegneri». Altrimenti l'ordine sarebbe addirittura pronto «ad adire alle vie legali per tutelare la categoria». Le contestazioni politiche sono arrivate sia dall'opposizione di centro -sinistra, ma anche dall'ex sindaco e deputato di Forza Italia Alessandro Cattaneo. le contestazioniItalia Viva, che non è in consiglio comunale, ha inviato una lettera ad Elleboro per chiedere di «rifare il bando, era poco chiaro nel punto in cui venivano spiegato le lauree necessarie». Mentre il Partito Democratico (Michele Lissia ed Ilaria Cristiani) hanno depositato una richiesta di "instant question" in consiglio comunale. I consiglieri del Pd vogliono sapere dal sindaco leghista Fracassi in particolare «se la restrizione di lauree nel bando era stata chiesta dal Comune e perché nel bando per trovare un direttore generale nel luglio 2020 invece era espressamente prevista la possibilità che il ruolo fosse assegnato ad un ingegnere gestionale». Alessandro Cattaneo, che politicamente sostiene la giunta a trazione leghista, si è detto «allibito e preoccupato da pavese e da ingegnere». «Un refuso che sarà corretto - ha spiegato il presidente Elleboro -Comunque la figura del direttore generale va inquadrata in un modello con presenza dell'amministratore delegato e di quadri a forte connotazione tecnica. Può piacere o non piacere. Ma oggi così é. E riteniamo che funzioni adeguatamente e meglio di precedenti modelli che hanno lasciato il deserto nelle attività e nelle prospettive industriali dell'azienda».La figura dell'amministratore delegato è stata introdotta durante la presidenza Elleboro ed è ricoperta dallo stesso presidente, che è un esperto in geologia. Da dicembre 2020 è direttore generale facente funzione l'avvocato Riccardo Torlaschi, il precedente Davide Conti si era dimesso dopo due mesi d'attività. Asm a fine 2020 ha distribuito utili ai Comuni soci (Pavia ha oltre il 95%) per più di 900mila euro e prevede bilanci in attivo anche nei prossimi anni. --