scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
09/04/2021

In arrivo buoni spesa per altri 830mila euro

L'Arena di Verona

NUOVE POVERTÀ. Si apre il bando e saranno consegnati entro l'estate
E il Comune sostiene con soldi propri 73 famiglie in stato di fragilità o con il contributo "nuovi nati"
Entro l'estate nuovi buoni spesa, per un valore complessivo di 827.279 euro, per le famiglie veronesi messe in grave difficoltà dal prolungarsi dell'emergenza sanitaria. Sta per essere aperto dunque il nuovo bando per assegnare il secondo contributo stanziato dal Governo al Comune per questa tipologia di aiuti, che ammontava a 1.362.000 euro e di cui hanno beneficiato circa duemila famiglie.Inoltre, come informano il sindaco Federico Sboarina e l'assessore ai servizi sociali Daniela Maellare, «per soddisfare tutte le nuove richieste di aiuto raccolte dai Servizi sociali attraverso bandi e interventi economici specifici, l'Amministrazione ha deciso di finanziare con fondi propri le domande rimaste inevase per esaurimento delle risorse disponibili». Sono le 53 famiglie che hanno richiesto il sostegno della natalità, il cosiddetto contributo per i "nuovi nati", erogato dalla Regione Veneto, e di 20 famiglie in stato di fragilità, le cui caratteristiche rientrano tra quelle previste per accedere al sostegno regionale.«A queste 73 famiglie, ammesse alle rispettive graduatorie ma escluse dai benefici a causa dell'esaurimento dei fondi disponibili, gli aiuti saranno quindi erogati direttamente dal Comune con risorse proprie», spiega la Maellare. Soldi che vanno ad aggiungersi a quelli già erogati nel 2020 per far fronteggiare l'emergenza Covid e che superano i 2.238.000 euro, aiuti di cui hanno beneficiato oltre 4.500 famiglie.Palazzo Barbieri sottolinea che sono persone e nuclei familiari prima sconosciuti ai Servizi sociali del Comune e che la crisi legata alla pandemia ha messo in seria difficoltà. Queste si aggiungono ai 6.500 nuclei già seguiti dai Servizi sociali.«Una condizione di disagio a cui il Comune ha fatto subito fronte mettendo in campo tutte le risorse e gli strumenti a disposizione, attraverso i Servizi sociali, capaci non solo di dare risposte immediate alle nuove richieste di aiuto, ma anche di attuare nuove opportunità di finanziamento», spiega il sindaco.Nell'annunciare dunque il nuovo bando per ulteriori 827.279 euro, Sboarina e Maellare ricordano i principali contributi erogati nel corso del 2020. Per quanto riguarda i buoni spesa - finanziati dal governo - nella seconda fase della pandemia il Comune ne ha già erogati 2.043 ad altrettanti beneficiari, di cui 1.676 attraverso card prevaricate con l'importo personalizzato e 376 direttamente via app. Per un totale di 530.880 euro. L'obiettivo è completare la distribuzione della seconda tornata prima dell'estate.C'è poi il Fondo sociale affitti Fsa per affitti pagati negli anni 2018 e 2019. I beneficiari del contributo sono 1.697, per un totale di oltre 850mila euro di finanziamento. Quindi l'assegno prenatale "Nuovi nati". È il contributo erogato dalla Regione quale misura a sostegno della natalità. Per il Comune di Verona la somma messa a disposizione per tale necessità è stata di 240mila euro.Le domande ammesse e finanziate sono state 234, 53 invece quelle non evase per esaurimento dei fondi (54 mila euro). Per dare risposta anche a queste richieste, il Comune interverrà con fondi propri di bilancio. Poi aiuti a 290 famiglie fragili. © RIPRODUZIONE RISERVATA