scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
03/09/2021

Ilserv, slitta il cambio di appalto

Corriere dell'Umbria

L'Ast si prende un mese in più per il passaggio del trattamento scorie ai finlandesi di Tapojärvi Oy
Schiarita dopo l'incontro tra sindacati e vertici delle Acciaierie: rientra lo sciopero
di Carlo Ferrante TERNI K Schiarita nella vertenza che coinvolge i 27 lavoratoriinesubero delrepartoMetal Recovery di Ilserv, interessati al passaggio dell'appalto per il trattamento scorie di Ast a Tapojärvi Oy. Il summit di ieri mattina tra il responsabile del personale di Ast, Alessandro Rusciano, il direttore di produzione Dimitri Menecali e i segretari territoriali di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil, Fismic, Ugl e Usb ha dato i frutti auspicati. Martedì pomeriggio, al termine di un'assemblea che si era tenuta nel parcheggio di Pix2, a viale Brin, i lavoratori si erano espressi per la continuazione dello sciopero fino a domani, cosa che avrebbe messo seriamente a rischio le colate di acciaio fuso dai forni dell'acciaieria. In pratica si sarebbe fermata gran parte dell'area a caldo, con pesanti ripercussioni sulla produzione. Una situazione evitata in extremis, dopo l'intervento dei segretariconfederali deisindacati che hanno contattato l'amministratore delegato Massimiliano Burelli. Lo sciopero all'acciaieria, per il trattamento scorie, non ha precedenti nella lunga storia del sito ternano. I rappresentanti sindacali, nel corso dell'incontro con il management aziendale, hanno ribadito che Ast doveva assicurare, nello specifico, la tutela dei livelli occupazionali in questo appalto, nonostante si prevedesseromodalità operative eindustrialisostanzialmente diverse, come sottoscritto a giugno. Dopo i canonici 45 giorni previsti dalla legge, la scadenza era stata programmata per il 25 agosto, male parti non avevano trovato un accordo sul licenziamentocollettivo, e la vertenza è passata sulle mani della Regione che ha 30 giorni di tempo, con possibile proroga, per la quadratura del cerchio. Ast si è impegnata a monitorare la situazione per arrivare al rispetto di quanto concordato, con la prosecuzione dei tavoli deputati al confronto tra le parti e attraverso un calendario di riunioni per discutere le eventualiproblematiche emerse. La loro parte dovrebbero farla anche le altre società coinvolte, Ilserve Tapojärvi Oy. conl'assunzione di alcuni lavoratori dichiarati in esubero. La prossima riunione tra il management della multinazionale tedesca e i sindacati è fissata per il 9 settembre. Ast, inoltre, si è impegnata a prorogare il cambio d'appalto di 30 giorni, dal primo ottobre al primo novembre, per consentire ai tavoli di confronto in essere di trovare le soluzioni adeguate. Fim, Fiom, Uilm, Fismic, Ugl e Usb ritengono questo un primo importate risultato e sono pronte a sostenere le proposte per tutelare l'occupazione e il salario dei lavoratori coinvolti.

Foto: Cambio di appalto E' stato prorogato dal primo ottobre al primo novembre. Nella foto, l'ad dell'Ast, Massimiliano Burelli