scarica l'app
MENU
Chiudi
11/08/2020

Illuminazione, ora si parte con i lavori

Il Gazzettino

BADIA POLESINE
I lavori per la nuova pubblica illuminazione sono finalmente iniziati. Esauriti gli ultimi dettagli, sono state avviate le prime operazioni dell'intervento che da anni è sul tavolo dell'amministrazione badiese, un'opera che dovrebbe portare nuova luce alla città e assicurare più sicurezza lungo le strade grazie alla posa di telecamere. L'intervento ha preso il via proprio in questi giorni, seppur in leggero ritardo rispetto alla tabella di marcia iniziale ipotizzata per gli inizi di luglio. «I lavori sono partiti sotto riserva conferma il sindaco Giovanni Rossi Nelle settimane scorse ci siamo concentrati su alcuni aspetti della progettualità, in particolare sui nuovi punti luce, ma l'intervento è iniziato».
I DETTAGLI
Il progetto complessivo prevede il cambio dei punti luce e dei pali, di conseguenza anche dal punto di vista estetico si punta a una riqualificazione generale della pubblica. I lavori, in linea teorica dovrebbero finire nel giro di un anno, ma l'obiettivo è concludere anche prima del limite indicato.
Nell'iniziativa legata all'illuminazione sono comprese anche delle telecamere per assicurare maggiore sicurezza. Tuttavia, nelle ultime settimane, il lavoro di approfondimento non è mancato, soprattutto in considerazione delle soluzioni proposte dalla Elettrocostruzioni di Rovigo, risultata assegnataria del bando per la pubblica alla fine del 2019. Il progetto della nuova illuminazione era uno dei più ambiziosi che si prefiggeva anche la precedente amministrazione. Dopo una serie di accelerate e frenate, l'iniziativa era finalmente approdata al vaglio della Stazione unica appaltante della Provincia e a quel punto si era passati alla pubblicazione del bando per l'esternalizzazione con l'appalto che si realizzerà attraverso la trasformazione e la modifica degli impianti di pubblica illuminazione, con l'integrazione del sistema di videosorveglianza urbana e ulteriori punti di ripresa.
ORA LA ZTL
Restando in tema di sicurezza percepita, la giunta guidata da Giovanni Rossi sembra invece decisa a un cambio di rotta sulla modalità di tutela della Ztl in centro. L'amministrazione è infatti orientata a dare il via libera all'allestimento dei varchi elettronici per proteggere i pedoni in piazza Vittorio Emanuele II durante gli orari in cui è in vigore la zona a traffico limitato. Una scelta quasi inevitabile, specie dopo i danneggiamenti in questi anni al pilomat di via San Giovanni che hanno messo fuori uso il dispositivo e reso poco conveniente insistere con costose riparazioni. Per favorire il cambiamento si sta lavorando all'individuazione delle somme necessarie per concretizzare la novità e porre fine al servizio dei due dissuasori elettronici a scomparsa su via San Giovanni e via Danieli.
Federico Rossi
© riproduzione riservata