scarica l'app Telemat
MENU
Chiudi
05/03/2021

Il sindacato Sls: «Ora chiarezza sull’appalto alle lavanderie»

Il Gazzettino

OSPEDALE
PADOVA Sls (Sindacato lavoro società) chiede chiarezza sul cambio d'appalto della lavanderia dell'azienda ospedaliera e dell'ospedale dei Colli, servizio attualmente svolto dalla Lavanderia industriale Cipelli. «Abbiamo chiesto un incontro per far sì che tutte le procedure previste in questi casi siamo fatte in modo corretto al fine di garantire ai lavoratori le medesime condizioni salariali e le norme attualmente vigenti - ha spiegato Vittorio Rosa - da molti anni sono una ventina i lavoratori che si occupano della lavanderia industriale sia all'azienda ospedaliera che all'ospedale dei Colli il cui appalto è affidato alla ditta Cipelli ma gli addetti appaiono essere in una situazione oggettivamente anomala. Tutti i lavoratori risultano infatti in qualità di dipendenti della società di somministrazione Lavoro Mio - Agenzia per l lavoro spa.
Ad aggiudicarsi l'appalto con la nuova gara è stata invece la Coopservice P.A.. La ditta ha proposto, come ha sottolineato il sindacalista, di attuare nuove assunzioni proponendo delle forti riduzioni dell'orario di lavoro e un nuovo contratto che risulta però peggiorativo rispetto a quello che attualmente regola il rapporto di lavoro della ventina di dipendenti.
«A fronte di questo dobbiamo tutelari i lavoratori e quindi chiediamo l'apertura di un tavolo al quale siedano sia la lavanderia Industriale Cipelli che i nuovi assegnatari dell'appalto ma anche l'azienda ospedaliera, l'università di Padova, l'Azienda Zero e l'Ulss 6 Euganea» ha chiuso Rosa. «Vogliamo infatti verificare che vengano rispettate le clausole sociali e le tutele di protezione e assorbimento previste dalla normativa per i lavoratori nei casi di aziende private che operano nel comparto pubblico».
Luisa Morbiato
© RIPRODUZIONE RISERVATA